Polizza auto storica

Come funziona una polizza auto storica? Quali sono i costi da affrontare per mantenere i veicoli Vintage? Possedere un’auto d’annata significa convenienza su assicurazioni e altre spese, ma non tutti conoscono qual’è la vera entità del risparmio e gli importi da pagare ogni anno. Ecco una guida utile e gli approfondimenti dell’ACI.

Come funzionano imposte, bollo e assicurazioni per veicoli Vintage

Chi possiede veicoli Vintage (appena acquistati o ereditati) deve sapere che una polizza auto storica è molto più conveniente rispetto alle altre assicurazioni. Naturalmente ogni anno oltre alla spesa relativa all’Rca ci sono altre spese da affrontare, come quelle relative alle imposte e alla manutenzione. Per avere informazioni certe su questi argomenti, bisogna sempre fare riferimento all’ACI, fonte primaria di questa guida.

Veicoli Vintage: definizione e imposte

Sono considerati veicoli storici i mezzi di trasporto ultratrentennali regolarmente iscritti al PRA (autoveicoli e motoveicoli) aventi le seguenti caratteristiche: 

  • costruiti da oltre trent’anni (salvo prova contraria, l’anno di costruzione coincide con l’anno di prima immatricolazione in Italia o in un altro Stato);
  • adibiti ad uso professionale o utilizzati nell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni.

Prima di passare all’argomento assicurazioni, e in particolare alla polizza auto storica, vediamo quali iscrizioni sono necessarie affinché la storicità venga attestata. Per essere riconosciuta come auto storica, la vettura deve essere registrata all’ASI – Auto Storiche Italiane (oggi l’iscrizione può essere fatta anche online) passando per l’iscrizione ad uno dei club federati. La distribuzione dei club in Italia è piuttosto disomogenea. Alcune regioni, come Val d’Aosta, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Molise, Basilicata non sono ancora coperte dalla loro presenza. Altre, quali il Piemonte, la Calabria e la Sicilia ne hanno invece un cospicuo numero.

Riguardo alle imposte, l’ACI comunica che per questo tipo di veicoli si paga l’imposta provinciale di trascrizione (IPT) in misura ridotta, e che per usufruire della riduzione, l’interessato, deve farne espressa richiesta sulla nota di presentazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) indicando gli estremi di legge (art. 63, comma 4, della L. 342/2000). E’ noto purtroppo come a partire dal 1° gennaio 2015, a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015 riguardanti il bollo auto, non godono più delle agevolazioni IPT i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali (costruiti da oltre vent’anni e da non più di trenta).

A tale regola generale fa eccezione la Provincia autonoma di Bolzano che ha confermato che alle autovetture, agli autoveicoli per trasporto promiscuo e ai motoveicoli destinati al trasporto di persone per uso privato, a decorrere dall’anno in cui si compie il ventesimo anno dalla loro costruzione, si applica l’agevolazione IPT prevista per i veicoli storici. Inoltre la Provincia ha confermato l’esenzione IPT per tutti i motocicli, anche nel caso in cui siano siano ultratrentennali o ultraventennali di interesse storico e collezionistico.

Polizza auto storica: come funziona

Rispetto ad una normale Rca, la polizza auto storica fa risparmiare sul premio anche fino all’80%. Diverse compagnie di assicurazioni Rc auto offrono oggi questo prodotto, tanto imprese molto note sul territorio nazionale, quanto altre meno famose ma specializzate nel settore Rc auto storiche. Pochi anni fa infatti (complice la crisi), molti italiani hanno deciso di buttarsi sui veicoli Vintage rivalutando le auto più anziane. Le assicurazioni storiche oggi si acquistano soprattutto online, e grazie ai servizi di comparazione preventivi, è semplice trovare la tariffa più bassa in pochi minuti.
Confronta preventivi RC auto

Molti preventivatori online inoltre, danno la possibilità ai consumatori di ritagliare prodotti assicurativi su misura, ovvero di personalizzare la polizza auto storica prima di procedere all’acquisto (c’è ad esempio chi ha bisogno di assicurazioni ad hoc solo per partecipare ai raduni). Il massimale standard offerto a titolo di risarcimento in caso di danni o sinistri è pari a circa 2500000 Euro, e diverse compagnie offrono anche garanzie accessorie utilissime, come la polizza furto-incendio.

polizza auto storica

I vantaggi delle assicurazioni auto storiche

Come accennato, i preventivi per assicurazioni storiche sono davvero bassi e accessibili. Il primo vantaggio è costituito dal pagamento in base ad una classe di merito fissa, non legata agli aumenti che caratterizzano il classico sistema Bonus/Malus. Altro aspetto da non sottovalutare, è la guida libera inclusa nel prezzo senza spese aggiuntive (in poche parole si permette di guidare l’auto gratis a tutti i membri della famiglia, anche se è da tener presente che per stipulare la polizza auto storica l’età minima fissata dalla legge è 23 anni). Nelle normali Rc auto la guida libera ha invece un prezzo, che si aggiunge al preventivo auto base. Tuttavia sempre grazie ai comparatori è possibile risparmiare trovando l’offerta più economica.
Confronta assicurazioni auto

Per i collezionisti o i possessori di interi parchi auto veicoli Vintage, diverse assicurazioni infine propongono la formula “Garage”, che fa beneficiare i possessori di più auto storiche di significativi sconti su tutti i mezzi assicurati. In sostanza, quanto costa l’Rca storica? I preventivi medi si aggirano attorno alle 100/150 Euro. Se si pensa che il costo delle polizze ordinarie annuali supera i 450 la convenienza è lampante.

Manutenzione auto storiche

Chi l’ha detto che manutenzione e i pezzi di ricambio per auto storiche comportano esporsi eccessivi? Da una parte c’è anche chi si rivolge ai c.d. “sfascia carrozze”, o si reca alle demolizioni per trovare ciò che serve, dall’altra c’è chi fa ricorso a carrozzerie e venditori specializzati senza perdere troppo tempo (ad esempio Epoca Car, che dispone di ricambi per mezzi storici, d’epoca e sportivi . Esistono alcune imprese (come la Italcar) che si occupano addirittura del restauro veicoli Vintage, e che rimettono in sesto e restituiscono bagliore i mezzi non ben conservati, magari ereditati.

Commenti Facebook: