Polizza auto cointestata 

Intestare una vettura a diversi proprietari fa risparmiare sull’Rc auto? Il problema si pone soprattutto quando fra i conducenti rientrano soggetti con classe di merito svantaggiata (i neopatentati ad esempio). Una polizza su auto cointestata oggi è conveniente solo se ricorrono le condizioni per accedere ai benefici della Legge Bersani, e solo se si conoscono tutti gli sconti delle assicurazioni per l’Rca in famiglia. Ecco le risposte a tutte le domande sulla questione.

Rc auto famiglia, Legge Bersani e classe di merito. Le risposte a tutte le domande su cointestazione di veicoli

Quali sono i migliori escamotage per risparmiare sull’assicurazione auto in famiglia? Molti pensano che la polizza auto cointestata sia lo strumento migliore per pagare meno. In realtà oggi, non conta il fatto che l’Rca sia intestata al soggetto con classe di merito più economica (il capofamiglia ad esempio), quanto la possibilità di accedere agli sconti delle compagnie e di sfruttare le riduzioni previste dalla Legge Bersani (leggi le condizioni per accedere ai benefici al prossimo paragrafo).

Poniamo il caso in cui un genitore in 1° classe di merito, provveda a cointestare l’auto al figlio per risparmiare sull’assicurazione di quest’ultimo, che in assenza del sostegno della posizione assicurativa del primo pagherebbe un premio molto costoso, dato dall’assegnazione automatica della 14° classe -nel caso fosse neopatentato- o di classe superiore o inferiore, comunque costosa. La semplice polizza su auto cointestata non rende l’Rc auto più conveniente, perché la compagnia calcolerà il premio finale sulla posizione assicurativa di tutti i cointestatari inseriti come conducenti. Quindi, lo sconto sull’assicurazione in famiglia si ottiene solo così:

  • confrontando i preventivi assicurazioni auto che prevedono sconti famiglia;
  • chiedendo alla compagnia l’applicazione della Legge Bersani affinché il soggetto svantaggiato erediti la migliore classe di merito presente nel nucleo famigliare.

Confronta preventivi RC auto

I migliori sconti famiglia su polizza auto cointestata

Come accennato il vero risparmio sull’Rc auto, si ottiene sia con polizza auto cointestata che non cointestata: basta conoscere e cogliere al volo le assicurazioni più convenienti. L’ultima promozione di Direct Line ad esempio, prevede uno sconto di benvenuto più un buono regalo da spendere su Amazon del valore di 20 euro. Anche Quixa riserva una grande promozione Rc auto famiglia: si chiama Quixa Family, con la quale si applica il 10% di extra-sconto sulla seconda polizza auto più un extra-sconto del 15% se si assicura anche la moto. L’offerta Quixa rende più conveniente il non avere una polizza auto cointestata ma, al contrario, acquistare più coperture assicurative presso la stessa compagnia.

Quixa Family è riservata ai componenti dello stesso nucleo familiare (con stessa residenza) che decidono di assicurare più veicoli con Quixa, ad esclusione dei ciclomotori e dei veicoli ad uso commerciale. Sempre applicabile ai residenti dello stesso nucleo è la Legge Bersani, che consente ai soggetti con classe di merito costosa di ereditare la più economica posizione assicurativa in famiglia: ecco come funziona.

Polizza auto cointestata e Legge Bersani

La Legge Bersani mette in atto un meccanismo di successione nelle classi di merito. Chi appartiene allo stesso nucleo familiare ed è inserito nel medesimo stato di famiglia del soggetto con la posizione assicurativa più conveniente (si intende la classe di merito più economica, di solito dalla 6° in su), può ereditarla anche se parte da una classe svantaggiata, come la 14°. E’ importante sapere che la normativa si applica solo se l’intestatario della nuova assicurazione è lo stesso del veicolo assicurato con classe di merito favorevole, èd è qui che una polizza auto cointestata è la scelta migliore, a patto che chi eredita la classe venga inserito in polizza tra i conducenti.

La Legge Bersani con polizza auto cointestata si applica solo alle persone fisiche, non alle società, e solo all’acquisto di un veicolo nuovo (anche usato), dello stesso tipo di quello cui fa riferimento la classe più economica. Il veicolo, auto o moto che sia, deve entrare a far parte per la prima volta nel nucleo familiare ed esservi assicurato per la prima volta, non sono ammessi per questo passaggi di proprietà interni alla famiglia.
Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: