Polizza assistenza stradale: cosa offre

Un incidente stradale è un evento particolarmente stressante. Ecco perché la polizza assistenza stradale, accessoria e aggiuntiva rispetto alla Rc auto, è preziosa: prevede, 24 ore su 24 in Italia e all’estero, il traino dell’auto fino all’officina più vicina nel caso in cui, in seguito a un sinistro stradale, l’auto non sia più utilizzabile. In genere, questo vale fino a una soglia massima, che generalmente è di 250 euro. 

Basta una telefonata per chiedere aiuto

Qualcosa di più

Se però la semplice polizza assistenza stradale non vi basta, ecco la garanzia assistenza “totale” o “superiore”: ogni Compagnia è libera di chiamarla come vuole. Scatta non solo nel caso d’incidente, ma anche di furto del veicolo, oppure durante un viaggio in momenti di particolare difficoltà dell’assicurato. Si va in crisi e si cerca aiuto nell’Assicurazione. Soprattutto, è utile l’intervento di un’officina mobile per la riparazione dell’auto rimasta ferma per guasto. Preziosa anche l’auto sostitutiva, fornita in caso di furto totale dell’auto, oppure in caso di guasto o incidente stradale.

Però le Assicurazioni impongono solitamente un paio di condizioni affinché questa garanzia sia operante: primo, l’auto deve essere trainata presso l’officina da un mezzo inviato dal servizio di soccorso cui la singola Compagnia si appoggia. Secondo, le riparazioni non devono essere così importanti da superare le sei ore di manodopera d’officina.

Questione di soldi

La garanzia assistenza “totale” include spesso l’invio, all’estero, dei pezzi di ricambio dell’auto qualora non fossero reperibili in loco. Ma anche il rimborso delle spese di taxi (come un massimale attorno ai 75 euro). Questo è necessario per trasferimenti conseguenti al furto o traino dell’auto a seguito di sinistro. Ma il taxi può anche servire in seguito a un’infrazione al Codice della strada così grave da avere come conseguenza il ritiro della patente o sequestro del mezzo da parte della Polizia o dei Carabinieri.

Esiste anche il dramma della disoccupazione. Può succedere di trovarsi improvvisamente in difficoltà a causa della perdita di lavoro, e di non riuscire a far fronte ai vari impegni: mutui, bollette, pagamento della polizza Rca. Ecco allora che la garanzia assistenza “totale” copre il cliente per qualche mese, in materia di Rca. Idem nel caso di infortunio di una certa rilevanza che gli impedisce di lavorare.

Infine, più questa polizza di assistenza si paga, più si avranno servizi a disposizione: per esempio, anche un mese di auto sostitutiva in caso di furto del veicolo, o l’anticipo delle spese di prima necessità a seguito di furto del bagaglio.

Confronta assicurazioni auto 

Commenti Facebook: