Pmi europee, ancora troppo poche vendono attraverso Internet

Stando a quanto affermato da Michael Berz, Policy Officer nella DG Key Enabling Technology and Digital Economy della Commissione europea, durante un recente incontro di Tim #Wcap, solamente il 14% delle piccole e medie imprese europee utilizza Internet come canale di vendita.

Ancora scarsi i dati di utilizzo di Internet come canale di vendita
Ancora scarsi i dati di utilizzo di Internet come canale di vendita

Le dichiarazioni di Berz, effettuate in occasione dell’evento  organizzato da Anitec, dPixel e TIM #WCAP Accelerator in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, riferiscono altresì che ben il 41% delle imprese dell’Unione Europea non ha ancora adottato tecnologie digitali avanzate in termini di mobile, social media, cloud computing e big data, limitandosi spesso a usufruire della sola connessione ADSL casa migrata in ufficio. E che, in fondo, solamente il 6% degli aspiranti startupper realizza concretamente il proprio progetto, a fronte del 12% che è invece raggiunto negli Stati Uniti.

Confronta offerte ADSL

Sulle motivazioni che contribuiscono ad attardare le nuove imprenditorialità del vecchio Continente rispetto a quelle statunitensi (con percentuali di buon fine che sono praticamente la metà) Berz osserva che il motivo sarebbe principalmente culturale, valutato che in Europa – dichiara – “fatichiamo ad assumerci il carico di responsabilità che l’essere imprenditori comporta”.

All’interno dell’evento le giovani startup hanno avuto occasione di confrontarsi apertamente sulla base delle loro esperienze. Esperienze non sempre positive e non sempre prive di difficoltà (anzi!), ma sempre proficue di valori aggiunti. “Un’esperienza negativa può comunque essere rivalutata come un’occasione di crescita anche personale” – ha affermato Berz, e mai dichiarazione sembra essere più attinente all’attuale scenario imprenditoriale.

Commenti Facebook: