Phone Banking: costi e quali conti hanno il servizio telefonico bancario

Alcune banche offrono un servizio di Phone Banking ai propri clienti, per un’assistenza semplice e costante. Questo canale alternativo all’Internet Banking presenta alcuni vantaggi e caratteristiche che bisogna conoscere meglio per scegliere il miglior conto corrente.

Confronta Conti Correnti

Vantaggi del Phone Banking

I principali benefici del servizio telefonico bancario sono la rapidità delle operazioni, grazie ad un operatore che è disponibile di fronte ad un terminale per eseguire le indicazioni del cliente.

Si tratta di un servizio sicuro e veloce, che a volte comporta un canone annuo ma che attualmente i principali conti correnti lo offrono gratuitamente.

Il Phone Banking è sicuro perché ciascun cliente ha un codice e una password che garantisce l’autenticazione in sicurezza.

Operazioni disponibili telefonicamente

Alcune delle operazioni che le banche consentono tramite Phone Banking sono:

  • Verifica del saldo.
  • Verifica dei movimenti sul conto.
  • Ricariche telefoniche.
  • Esecuzione di bonifici.
  • Operazioni di gestione Titoli .
  • Pagamento Canone Rai.
  • Pagamento Bollette.
  • Ricarica carta di credito ricaricabile.

Phone Banking, le modalità

Ci sono diversi fattori che caratterizzano un servizio di Phone Banking a seconda dell’istituto di credito offerente. Vediamo quali sono:

Numero Call Center. Spesso è un numero verde, altre volte si tratta di un numero con prefisso o addirittura un numero a tariffazione maggiorata (es. 166).

Canone Phone Banking. La maggior parte delle volte il servizio può essere richiesto gratuitamente, ma alcuni conti correnti prevedono il pagamento di un canone mensile, trimestrale o annuale.

Costo delle operazioni. Anche nei casi in cui non è previsto un canone, ad ogni singola operazione bancaria eseguita tramite il servizio telefonico bancario può corrispondere un ulteriore costo variabile.

Disponibilità del servizio. Alcune volte il servizio è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, altri invece limitati ai giorni lavorativi e/o a determinate fasce orarie.

Tempi di attesa. Il tempo che trascorre prima di parlare con l’operatore è importante quando non si chiama un numero verde, perché può incidere sui costi telefonici.

Costi Phone Banking e chi lo offre

Di seguito vi riportiamo alcune banche che hanno messo a disposizione dei clienti il servizio telefonico bancario:

Conto WebSella.it: Senza canone ma, tranne i versamenti che sono gratuiti, le altre operazioni hanno una commissione aggiuntiva di € 5 rispetto al canale internet.

Conto Webank: senza canone.

Vai a Conto Webank

Conti Correnti BNL: senza canone.

Conto Fineco: senza canone.

Vai a Conto Fineco

Conto Corrente YouBanking: senza canone.

Vai a Conto Youbanking

Conto Corrente Arancio: senza canone.

Vai a Conto Corrente Arancio

Conto BancoPosta: il servizio non prevede canone annuo, ma alcune operazioni hanno un costo aggiuntivo (ad es. pagamento bollettino postale 2€).

Vai a Conto BancoPosta

Gruppo Deutsche Bank: senza canone.

Conto Zero Assoluto CREDEM: per i nuovi clienti privati il servizio è gratuito.

Banca Carife: offre il servizio gratuitamente nel suo conto pensionati, il Conto Carife Pensione+.

Conto Che Banca!: Canone annuo di 1€ che include Phone Banking ed Internet Banking.

Vai a Conto Corrente Che Banca!

Commenti Facebook: