Perché Internet si blocca? Possibili cause e soluzioni

È capitato a tutti, magari quando manca l’1% al download di un file, durante l’invio di una mail, in mezzo alla propria canzone preferita su Spotify: la connessione improvvisamente scompare senza alcun motivo, lasciandoci scollegati dalla Rete e interrompendo il nostro lavoro o i momenti di svago. Di seguito vediamo perché Internet si blocca: possibili cause e soluzioni.

Perché Internet si blocca? Possibili cause e soluzioni
Verifica la tua copertura Inserisci il tuo indirizzo e scopri se sei raggiunto da fibra o ADSL
Abbiamo preso in carico la tua richiesta!
Un nostro esperto ti contatterà per aiutarti a trovare l'offerta giusta per te.

Perché Internet si blocca? Possibili cause e soluzioni si possono trovare sia nel nostro comportamento che in eventi da noi non controllabili. Non è inconsueto che con una qualsiasi connessione ADSL o fibra ottica ogni tanto la connessione scompaia per motivi legati al provider, segnalati di solito da una spia rossa che si accende nel modem; in questi casi l’opzione migliore è riavviare il router o, semplicemente, aspettare un paio di minuti, eventualmente contattando il servizio clienti (meglio su Twitter o su altri social, dove negli ultimi tempi sembra concentrarsi di più il lavoro del customer care). A volte può essere semplicemente necessario utilizzare nuovi server DNS perché il provider li ha cambiati.

Quando queste interruzioni diventano troppe e francamente poco sopportabili (magari perché la linea è troppo congestionata per l’uso in contemporanea di troppi clienti), allora può essere il caso di pensare a cambiare provider, magari usando il Test ADSL di SosTariffe.it per trovare la connessione più rapida e più efficiente nel nostro comune di riferimento.

Ricordatevi in ogni caso di isolare il problema, capire cioè se è relativo solo al proprio browser oppure a tutti i programmi e dispositivi vari. Un’altra prova da fare è verificare se il rallentamento o il blocco si verificano soltanto quando si è collegati alla rete wireless oppure anche attivando la connessione direttamente col cavo.

Altre volte, però, la causa può essere del tutto imputabile all’utente. Un classico è quello dei troppi dispositivi collegati alla stessa rete Wi-Fi: finiamo col dimenticarcelo, ma fra smartphone e tablet (che magari stanno aggiornando in modo automatico sistema operativo o applicazioni), senza contare dispositivi “smart” come console di gioco, smart tv e perfino elettrodomestici, gli apparecchi in grado di dialogare in Rete sono sempre di più. E quando sono troppi, il risultato può essere un rallentamento generale, fino al blocco.

È possibile anche che sul proprio PC siano presenti spyware, malware e virus vari che bloccano la connessione: in questo caso l’utilizzo di un antivirus (e magari una più attenta gestione del firewall) è consigliata, ma soprattutto è il caso di dare una controllata alle estensioni installate sul browser e, se è il caso, eliminarne quelle non indispensabili.
Confronta le offerte ADSL »
Attenzione perché ormai l’installazione di molti programmi freeware o comunque gratuiti chiedono in maniera abbastanza “nascosta” (ad esempio con dei pulsanti “ok” che sembrano relativi all’attivazione del programma) l’installazione di determinati componenti che possono rallentare non poco il computer, ad esempio toolbar o motori di ricerca alternativi. Attenzione, quindi, a non dare il proprio assenso troppo alla leggera.

Da non sottovalutare le risorse richieste da un browser. Spesso si commette l’errore di ritenere che Chrome, Explorer o Safari, visto che si “limitano” a visualizzare dei siti, siano programmi poco onerosi; ma non è così, considerando quanto molte pagine siano complesse e, in particolare, l’abitudine di molti di aprire allo stesso tempo parecchie finestre o parecchi tab, che rimangono attivi anche se non visibili: troppi processi attivi e troppa memoria richiesta, con il risultato di un apparente “blocco” di Internet in realtà imputabile al browser stesso.

Perché Internet si blocca? Possibili cause e soluzioni non mancano, ma a volte uno dei rimedi più semplici e immediati è quello di cancellare del tutto la cronologia e i cookies del proprio browser (il che significa qualche scocciatura in più quando si visitano siti che non sono più in grado di riconoscerci, ma che porterà in molti casi a un notevole alleggerimento).