Perché aumentano le bollette luce e gas? Tutto sui rincari di Gennaio 2022

Le materie prime sono aumentate ancora e a Gennaio questi rincari hanno portato le bollette dei clienti ad un incremento del 55% per le forniture luce e del 41,8% per il gas. Ecco quali sono le ragioni della crescita dei prezzi e quali sono le altre voci di spesa che hanno subito delle variazioni. Scopri come puoi evitare questi aumenti con le migliori offerte luce e gas del mese

Perché aumentano le bollette luce e gas? Tutto sui rincari di Gennaio 2022

Sembra non arrestarsi la crescita dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali e gli aumenti sulle bollette luce e gas riflettono l’andamento delle quotazioni. Secondo l’ultimo comunicato diffuso dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) il costo del gas naturale al mercato all’ingrosso tra gennaio e dicembre 2021 è passato da 21 euro/MWh a 120 euro/MWh. Il 21 Dicembre durante le contrattazioni il gas naturale ha raggiunto il prezzo di 180 euro/MWh.

Non si tratta dell’unico elemento che ha inciso sulle bollette, infatti anche le quote di emissione della CO2 hanno raggiunto dei costi molto elevati, nel 2021 questi contributi sono passati dal costare 33 euro per tonnellata a 79 euro per tonnellata.

Questi fattori hanno poi influenzato anche l’andamento del costo dell’energia elettrica, in Italia, nonostante gli investimenti sulle rinnovabili, il combustibile fossile resta il principale mezzo per la produzione dell’elettricità. Con l’aumento del gas e delle quote di compensazione delle emissioni anche il prezzo dell’energia è salito e in un anno è aumentato del 400% (da 61 euro/MWh a 288 euro).

Le bollette aumentano, ecco i motivi per l’ARERA

Gli aumenti delle bollette riflettono il trend di forte crescita delle quotazioni internazionali delle materie prime energetiche e del prezzo della CO2, ma sono anche un sintomo della grande domanda di gas naturale. I rigidi mesi invernali e le temperature al di sotto della media stagionale che sono state registrate già nell’ultimo trimestre del 2021 hanno spinto in tanti ad accendere i riscaldamenti prima del solito.

Gli aumenti in bolletta però non si limitano solo al prezzo dell’energia e del gas è anche il frutto di altri piccoli aggiustamenti. Se osservi la bolletta noterai che è composta da più voci di spesa: trasporto e gestione, imposte, IVA e oneri di sistema. Quest’ultima componente è stata azzerata grazie all’intervento dell’ARERA e del Governo per il primo trimestre 2022, anche l’IVA sul gas è scesa dal 10% al 5% con i provvedimenti contenuti in Manovra di bilancio.

Nel comunicato ARERA sui rialzi 2022 è la stessa authority a spiegare come gli aumenti siano dovuti principalmente ai nuovi prezzi della materia prima (+37,3% per l’energia) che si sommano ad un +3,3% dei costi di dispacciamento e ad +15% del Prezzo per la perequazione dell’energia. Il calcolo porterebbe quindi ad un rincaro del 55,6%, se non fosse che i costi di distruzione, monitoraggio e trasmissione sono stari leggermente ritoccati al ribasso (-0,6%).

Per il gas l’aumento del prezzo della materia prima incide quasi per intero sul peso degli incrementi di questo trimestre, infatti il costo del gas naturale in bolletta ha segnato un +41,2%.

Quanto spenderai in più per luce e gas

In termini assoluti quindi le famiglie si ritroveranno a pagare delle bollette elettriche e del gas decisamente più elevate. Il caso illustrato dall’ARERA è quello di un gruppo di 3 o 4 persone che vivono insieme e che in un anno consumano circa 1.400 smc di gas e 2.700 kWh di energia. In circa un anno (dal 1° Aprile 2021 al 31 Marzo 2022) le fatture per il consumo elettrico di questa famiglia saranno più alte di 334 euro l’anno. Per il gas la famiglia tipo di troverà a dover far fronte ad un aumento di 610 euro l’anno.

Questi sono i dati stimati dall’ARERA per i clienti con un contratto con il servizio di Maggior tutela e che non hanno diritto ai bonus sociali. In Italia le famiglie (o i singoli cittadini) che hanno dei redditi molto bassi o sono in condizioni di disagio possono ottenere un contributo dallo Stato per i servizi idrici, elettrici e del gas. Il bonus è ormai riconosciuto automaticamente, i beneficiari dovranno solo presentare all’INPS la Dichiarazione Sostitutiva Unica ogni anno.

Possono fare richiesta per questo bonus sulle bollette luce e gas coloro che hanno:

  • famiglie formata da tre persone o meno con ISEE inferiore a 8.265 euro
  • famiglie numerose (con almeno 3 figli a carico) ISEE non superiore a 20 mila euro
  • beneficiari del Reddito di Cittadinanza o della Pensione di Cittadinanza

Il bonus consiste in uno sconto in bolletta che viene ricalcolato ogni anno. Per la bolletta energia l’ARERA fissa ad inizio degli importi per il contributo e li differenzia in tre gruppi in base al numero di persone che fanno parte della tua famiglia. Più complessa è la stima del bonus gas, in questo caso infatti si tiene conto del numero di familiari, dell’uso del gas (per cucinare, avere l’acqua calda e per il riscaldamento) e delle zone climatiche in cui si trova la tua abitazione.

Visti gli aumenti di questi mesi il Governo ha trovato i fondi per poter sostenere i rincari per le famiglie in difficoltà. Nel primo trimestre 2022 i beneficiari che hanno diritto ai bonus sociali avranno 600 euro come contributo (se fanno parte di famiglie composto da 4 persone e hanno il riscaldamento in casa), di questi 200 euro saranno per la bolletta dell’energia elettrica e 400 euro per il gas (se vivi in zona climatica D).

Le migliori offerte luce per evitare gli aumenti

Puoi risparmiare sui costi in bolletta grazie alle migliori offerte energia di Gennaio. Puoi scoprire quali sono le promozioni più convenienti del mese utilizzando il comparatore di SOStariffe.it, uno strumento gratuito che confronterà per te costi e condizioni dei diversi piani proposti dai gestori del libero mercato. Il sistema evidenzierà anche il risparmio che potresti ottenere se passi alle promozione dei fornitori del mercato libero dal servizio a Maggior tutela.

Scopri l’offerta luce più conveniente »

Wekiwi

Se attivi Energia a Prezzo Fisso per 12 mesi di Wekiwi e il tuo un consumo medio annuo – utilizzando lavatrice, lavastoviglie, forno e frigo e abitando con 3 persone – è di 2.900 kWh potrai risparmiare fino a 765,20 euro in un anno. Il gestore offre ai nuovi clienti dual fuel uno sconto in bolletta come bonus di benvenuto pari a 20 euro. Il prezzo dell’energia proposto a chi attiva questa promozione è 0,1054 euro per kWh. La tariffa è monoraria e il prezzo è fisso per il primo anno.

Il pagamento delle bollette con questo gestore si basa sul sistema di Carica mensile, in pratica dovrai stimare il tuo consumo medio mensile/bimestrale/ecc… e scegliere una Taglia di ricarica. I clienti che riusciranno a rispettare l’ipotesi di consumo saranno premiati con sconti in bolletta e con promozioni su servizi collegati alle forniture.

Attiva Energia Prezzo Fisso 12 Mesi »

Ecoclick Special

Un’altra offerta energia che ti permetterà di risparmiare è l’Ecoclick Special di Iberdrola. La tariffa è disponibile sia come soluzione monoraria che bioraria, la prima è una promozione con un unico prezzo dell’energia mentre la seconda applica un costo differente in base alla fascia oraria di consumo. La proposta per i clienti che attivano Ecoclick Special mono è di 0,1355 euro/kWh, mentre con l’offerta bioraria ti consentirà di pagare l’energia consuma in F10,1411 euro/kWh e in F2/F3 a 0,1333euro/kWh. Il risparmio annuo che puoi ottenere con queste due promozioni è di circa 685 euro in un anno.

Le fasce orarie di riferimento sono:

  • F1 – dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 19
  • F2 – dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23,  sabato dalle 7 alle 23
  • F3 –  dalle 23 alle 7  dal lunedì al sabato, domenica e festivi tutto il giorno

Il gestore garantisce ai clienti che scelgono queste soluzioni una fornitura di energia prodotta da fonti rinnovabili. I metodi di pagamento accettati da questo fornitore sono bollettini postali e RID.

Attiva Ecoclick Special »

Le migliori soluzioni per ridurre le bollette gas

Potrai evitare i rincari sulle promozioni gas scegliendo una delle offerte più convenienti di questo Gennaio.
Trova le offerte per risparmiare sul gas »

Prezzo Chiaro

La tariffa più vantaggiosa proposta da A2A è una soluzione indicizzata, cioè il prezzo del gas che pagherai varierà adeguandosi alle variazioni del costo della materia prima sul mercato all’ingrosso. Il costo applicato ai consumi dei clienti per Gennaio è fissato a 0,4234 euro/smc. Secondo le stime del comparatore di SOStariffe.it, con questa offerta una famiglia proveniente dal mercato tutelato potrà risparmiare fino a 796 euro in un anno se consuma 1.410 smc.

Per poter pagare il gas al prezzo del TFF (il mercato di scambio del gas) A2A chiede un contributo di 48 euro l’anno. Come incentivo per i nuovi contratti attivati a Gennaio il gestore azzera questo costo per il primo anno.

I metodi accettati dal gestore per pagare questa offerta sono: bollettini postali, RID o carte.

Puoi richiedere maggiori informazioni su Prezzo Chiaro puoi cliccare  sul link qui in basso.
Scopri Prezzo Chiaro Gas »

Gas alla Fonte

Un risparmio decisamente alto è quello che potrai avere anche con l’offerta indicizzata di wekiwi. Se attiverai questa soluzioni il gas che consumi ti costerà a 0,4315 euro/smc. Inoltre come bonus di benvenuto attivando sia la fornitura luce che gas con il fornitore avrai anche uno sconto in bolletta pari a 20 euro. In un anno passando a questa soluzione dalle tariffe del mercato tutelato potrai risparmiare fino a 769 euro.

Clicca sul pulsante che segue per attivare la promozione Wekiwi.

Attiva Gas alla Fonte »