Per la famiglia-tipo aumenta il gas e cala l’elettricità

Il comunicato dell’AEEGSI parla di una variazione di -0,7% per le bollette dell’elettricità e del +2,8% per quelle del gas per quanto riguarda la famiglia-tipo, a partire dal 1° ottobre. A motivare i cambiamenti, la diminuzione del costo di dispacciamento per l’energia elettrica e l’aumento atteso del gas in vista dei mesi più freddi dell’inverno, quando per il riscaldamento la domanda di materia prima gas aumenterà.

L'AEEGSI è intervenuta per porre fine alle anomalie nei mercati all'ingrosso dell'elettricità

Le variazioni del quarto trimestre 2017

Secondo il comunicato appena pubblicato dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, nel quarto trimestre del 2017 per la famiglia tipo è calato il costo dell’elettricità ma è in aumento il gas. Le bollette relative, infatti, subiranno dal 1° ottobre nel primo caso una diminuzione dello -0,7%, mentre per il gas il costo aumenterà del 2,8%.

Nessuna sorpresa, considerando che si attende il consueto aumento della materia prima in vista della stagione più fredda. Per quanto riguarda invece l’elettricità, il calo dipende, secondo l’AEEGSI, dalla notevole riduzione dei costi di dispacciamento che Terna, il gestore della rete, sostiene per mantenere il sistema elettrico in equilibrio e in sicurezza.

Quanto costano all’anno luce e gas per la famiglia-tipo

Più nel dettaglio, guardando la spesa complessiva della famiglia-tipo (definita come un nucleo con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW, e per il gas consumi di 1.400 metri cubi annui) si pagherà una bolletta di 520 euro annui per la luce e di 1035 euro per il gas; paragonando i due valori all’anno precedente, viste la variazioni fino a questo momento, si parla per l’elettricità di un aumento annuo di 21 euro e di una sostanziale parità per il gas (circa 2 euro in più).

Le offerte gas e le offerte luce del mercato libero, per chi non vuole spendere troppo, sono un’ottima alternativa.
Confronta le offerte gas

Perché l’elettricità è diminuita

Come ricorda l’AEEGSI, la diminuzione delle bollette per la luce relative alla famiglia-tipo è appunto derivata dalla riduzione dei costi di dispacciamento, che riescono così a più che controbilanciare la moderata crescita attesa dei prezzi nei mercati all’ingrosso per gli ultimi tre mesi dell’anno. I costi per il dispacciamento sono stati ribassati anche grazie all’attività dell’Autorità «per far cessare, perseguire e prevenire le condotte anomale degli operatori dell’offerta e della domanda nei mercati all’ingrosso dell’elettricità, ripristinando normali condizioni di funzionamento, e che ancora non comprende i possibili recuperi sul pregresso in esito ai provvedimenti prescrittivi in corso».

Leggero aumento, invece, per gli oneri generali di sistema che riguardano la copertura degli interventi per la promozione dell’efficienza energetica.

I motivi dell’aumento del gas

Per il gas, invece, è l’arrivo dell’inverno sul banco degli imputati – ma accade così ogni anno – per i costi superiori delle bollette. Inoltre fa la sua parte anche la crescita della componente relativa al servizio di trasporto, dovuta a una variazione della componente a copertura degli oneri per il servizio di stoccaggio nel periodo invernale.

Commenti Facebook: