Per Expo Milano 2015 Enel ha costruito una Smart City da 100.000 abitanti

Una città da 100mila abitanti, come Piacenza o Bolzano: a tanto (cioè un totale di 1.000.000 di kWh al giorno) ammonta il consumo della Smart City realizzata con il contributo di Enel per Expo 2015, interamente elettrica. Tra le tecnologie all’avanguardia utilizzate, le stesse che vedremo nelle città del futuro, moderni sistemi per la gestione e il controllo della smart grid, infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici, illuminazione pubblica intelligente ed efficiente, impianti di ultima generazione per l’accumulo dell’energia elettrica.

Smart-City-Expo
Smart grid, illuminazione a LED ed energie rinnovabili per la smart city con il contributo di Enel

Nella Smart City Expo la potenza installata è pari a 75 MW, con 100 cabine di media tensione per la consegna dell’energia elettrica ai padiglioni, 100 punti di ricarica per veicoli elettrici (30 sul perimetri del sito e 70 all’esterno), 8.500 punti luce Archilede (a led) per l’illuminazione dell’area espositiva, uno storage per l’ottimizzazione locale dei flussi di energia, un centro operativo di gestione e controllo della smart grid attivo 24 ore al giorno a uno show room per coinvolgere i visitatori. Da sole, le lampadine a LED permettono un risparmio di circa 280.000 kWh, pari a una riduzione dei consumi del 36%.

Il sistema di controllo a distanza della smart grid garantirà un’elevata qualità del servizio, con interventi automatici che saranno in grado di isolare da eventuali guasti i tratti di rete danneggiati, senza che i clienti o i visitatori patiscano disservizi di alcun tipo.
Attiva un’offerta Enel Energia
In più, il sistema di Energy Management di cui è dotato ogni padiglione permette, in modo assolutamente trasparente anche per i visitatori, di monitorare e controllare i consumi e il fabbisogno energetico, ottimizzare i flussi di energia elettrica, integrare gli impianti da fonte rinnovabile e i sistemi di accumulo, sempre più cruciali per la gestione delle energie “green”. L’Energy Management gestisce anche la rete di illuminazione pubblica e consente di ottimizzare l’utilizzo dell’illuminazione offerta dalle migliaia di punti Archilede, in armonia con la luce naturale del sito espositivo.

In più, Enel è presente a Expo 2015 anche con un suo padiglione interattivo, che all’interno di un suggestivo “bosco virtuale” fa in modo che i visitatori possano vedere dall’interno come funziona il centro di controllo di una smart city, il cervello energetico delle città del futuro. Un impegno, quello di Enel per la mostra milanese dedicata al grande tema della nutrizione, che nasce e si sviluppa su presupposti molto simili a quelli fondanti per Expo 2015: sia il futuro dell’alimentazione che quello dell’energia passando attraverso una produzione più intelligente, razionale e meno intensiva, con distribuzione più efficiente e condivisione sostenibile delle risorse disponibili.

Commenti Facebook: