Pensionati, obbligo del conto corrente dal 1° luglio

A partire dal 1° luglio scatta l’obbligo del conto corrente per le pensioni che superano i 1.000 euro. Ultimi giorni per comunicare il proprio codice Iban presso gli uffici Inps o tramite il modulo online.

Vai a Conti Correnti Pensionati

Dal primo luglio non si potrà più riscuotere in contanti le pensioni di importo pari o superiore a 1.000 euro. A partire da questa data quindi, i pensionati hanno l’obbligo di disporre di un conto corrente postale o bancario, un libretto postale oppure una carta prepagata abilitata, per farsi così accreditare la pensione.

Per questo motivo, già dal 1 giugno scorso le banche e le Poste Italiane hanno l’obbligo di offrire un conto corrente di base, che non è altro che un conto corrente zero spese, senza costi aggiuntivi per l’apertura e la gestione delle operazioni classiche come l’accreditamento e il prelievo della pensione.

Vai a Conti Correnti Zero Spese

Questo particolare conto corrente pensionati è rivolto esclusivamente a coloro che percepiscono una pensione non superiore ai 1.500 euro al mese. Una volta attivato il conto di base, occorre comunicare le coordinate -il codice Iban– all’istituto di previdenza che corrisponde secondo il caso (Inps, ex Inpdap, ecc), attraverso un modulo speciale.

In particolare, i pensionati Inps potranno rivolgersi agli uffici Inps per compilare il modulo, oppure scaricarlo direttamente da internet visitando il sito dell’Inps. I pensionati ex Inpdap possono ritirare il modulo presso gli uffici relazioni con il pubblico dell’istituto, oppure si può scaricarlo dal sito www.inpdap.gov.it

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: