Pannelli fotovoltaici, prezzi e caratteristiche e offerte

Sempre più famiglie che hanno a disposizione una porzione di tetto orientata verso sud si fanno tentare dal fotovoltaico, che con un investimento ammortizzabile in circa 10 anni permette di risparmiare in bolletta e al tempo stesso aiutare a preservare l’ambiente. Si parte da circa 5.000-6.000 euro, ma le promozioni e le possibilità di risparmio sono tante.

Gli impianti più economici partono dai 5.000-6.000 euro circa

Un investimento che aiuta il portafoglio e l’ambiente

Per chi vuole risparmiare sull’elettricità e sul gas, un impianto fotovoltaico è una delle soluzioni più efficienti, soprattutto grazie ai costi sempre minori dei pannelli solari e a una tecnologia sempre più avanzata anche per quanto riguarda lo stoccaggio. Naturalmente si tratta di un investimento che deve essere ben ponderato perché ci vuole qualche anno per rientrare, ma superato questo periodo è tutto risparmio, oltre che un concreto aiuto per l’ambiente. 

Il costo dei pannelli solari

Quanto può costare un impianto a pannelli fotovoltaici? Ormai si parte da 5.000-6.000 euro per una famiglia di 2 persone con un consumo elettrico di circa kWh; i prezzi naturalmente aumentano man mano che le richieste di energia diventano più cospicue.

Per quanto riguarda i pannelli solari in sé, il loro costo può variare da azienda ad azienda, ed è per questo che prima di scegliere è bene richiedere almeno 3 o 4 preventivi, oppure cliccare il pulsante qui sotto per scoprire tutte le promozioni più convenienti attualmente disponibili: già in questo modo è possibile risparmiare circa il 40% sul costo totale dell’impianto.
Confronta le soluzioni per i pannelli solari
I pannelli possono essere monocristallini o policristallini: nel primo caso si ha un maggior rendimento, un minor spazio necessario per l’installazione ma anche una maggiore sensibilità alle temperature, a differenza dei policristallini che “tengono” di più la produttività.

Come scegliere i pannelli giusti

Quando si acquistano i pannelli solari, bisogna stare attenti a sceglierli con un’efficienza media leggermente superiore al proprio consumo standard: questo perché in Italia, fortunatamente, il sole splende spesso, e in genere è possibile contare sui raggi (che filtrano anche attraverso le nuvole, anche se con minor forza) all’80%-85% delle proprie potenzialità.

Di norma, ci vogliono circa 10 anni per ammortizzare il costo di un impianto fotovoltaico, e i pannelli solari mantenuti con cura durano sui 25-30 anni. Un’altra opportunità per sfruttare il sole e risparmiare in bolletta è costituita dal solare termico, che produce acqua calda sanitaria e a un costo che mediamente si aggira intorno ai 3.000-9.000 euro a seconda delle esigenze.

I pannelli devono essere installati a sud, e in seconda battuta, se questo non è possibile, a est o a ovest, tenendo conto che il rendimento sarà molto inferiore; bisogna invece evitare di installare un impianto che dà a nord. Per massimizzare l’autoconsumo, inoltre, è meglio utilizzare durante il giorno gli elettrodomestici più energivori, tra cui lavatrice e lavastoviglie.

Commenti Facebook: