Pagare bollette con carta di credito: quando conviene?

I gestori energetici propongono ormai da tempo la possibilità di pagare le bollette con metodi elettronici. Tra questi il prediletto è sicuramente l’addebito su conto corrente bancario diretto. L’alleggerimento in termini di impegno e tempo è garantito. A questo si aggiunge la possibilità di risparmiare qualche euro dovuto per pagamento con bollettino. Ci sono vantaggi offerti però anche a chi, non volendo ricorrere al Rid, preferisce pagare con carta di credito. Vediamo quando conviene.

carta credito
Pagare le bollette con carta di credito conviene? Vediamo quando

Le bollette energetiche nel tempo sono purtroppo destinate ad aumentare. La ricerca continua alle migliori tariffe energia elettrica è una possibilità sempre più praticata dalle famiglie italiane intenzionate a sprecare denaro inutilmente.

Il mercato libero e le nuove proposte degli operatori agevolano fortunatamente i bilanci familiari. Ma per massimizzare ulteriormente, oltre a scegliere la tariffa più vantaggiosa, è bene rinunciare anche a servizi superflui. Tra questi sicuramente buoni margini di risparmio sono ottenibili attraverso la scelta sapiente dei metodi di pagamento.

Primo consiglio per risparmiare: via il superfluo

Tra le prime accortezze per eliminare i costi non prettamente necessari ci sono sicuramente:

  • l’eliminazione dell’invio della bolletta cartacea
  • pagamenti elettronici

La prima voce permette tra l’altro di fare del bene anche all’ambiente. Niente più stampe inutili significa infatti risparmiare taglio di alberi e diminuire le emissioni di anidride carbonica. L’aspetto ambientale va a braccetto con l’aspetto economico.

L’invio della bolletta infatti ricade tra i costi riversati al clienti finale. Il costo di spedizione potrebbe arrivare a 2 euro. Se si moltiplica questo costo per 6 invii all’anno o magari 12 considerando anche l’invio delle bollette del gas, il risparmio può arrivare a 24 euro.

La seconda voce, che presuppone di pagare bollette con carta di credito piuttosto che con Rid permette di ottenere un vantaggio economico simile. Le commissioni per pagamento con bollettino postale è di 1,50 euro (o superiore a seconda dei circuiti di pagamento utilizzati).

Moltiplicando ancora una volta per due (ipotizzando anche l’invio della fattura del gas) e per 6 (gli invii previsti all’anno qualora la fatturazione fosse bimestrale) il risparmio in questo caso si attesta sui 18 euro.

Pagare bollette con carta di credito significa non dover pagare questi oneri aggiuntivi assolutamente inutili. La comodità del pagamento online è dato anche dal fatto di risparmiare inutili code alle poste o perdere tempo nelle tabaccherie abilitate.

Scopri Luce Prezzo Fisso Edison

Pagare bollette con carta di credito, conviene ma si può fare di più

Abbiamo visto dunque che il pagamento con carta di credito delle bollette energetiche ha decisamente una sua convenienza economica. Tutti i fornitori però permettono anche di fare qualcosa in più.

Stiamo parlando di prevedere il pagamento con domiciliazione bancaria. Questo metodo di pagamento, oltre ad evitare il pagamento delle commissioni del bollettino, è assolutamente automatico. La banca autorizzerà il pagamento della fattura (previo iniziale consenso) senza alcun intervento successivo del cliente. Non si dovrà più perder tempo ed energie a verificare date di scadenza. Entro la data di scadenza, la fattura verrà pagata automaticamente.

La scelta di questo metodo di pagamento, oltre a superare il pagamento con carta di credito in termini di comodità, dà solitamente accesso ad altri benefici. Alcuni operatori infatti premiano i clienti che optano per questa scelta regalando punti extra di eventuali raccolte punti piuttosto che riconoscere sconti dedicati.

Scopri e-light bioraria

Piccola accortezza per pagare bollette con carta di credito

Per evitare di incappare in spiacevoli inconvenienti è bene sottolineare che il possesso di una carta di credito potrebbe comportare costi mensili dovuti alla banca che la emette. Per non incappare in questi costi è bene valutare le offerte proposte soprattutto dai conti correnti online piuttosto che preferire le carte di debito.

Si tratta delle comode ricaricabili facilmente richiedibili a costi zero o molto contenuti in banca o alla posta (Postepay). I pagamenti attraverso i portali web dei gestori sono sempre possibili anche con queste carte.

Commenti Facebook: