Pagamento canone RAI online: tutti gli strumenti

La riforma del canone RAI di fine 2014 è stata rinviata al 2016, e per il 2015 non ci sono novità. L’importo del canone televisivo per il 2015 rimane identico a quello dell’anno scorso, ovvero 113,50 euro. La prima scadenza è fissata per il 31 gennaio, ma non c’è bisogno di fare la coda in ufficio postale: vi sono degli strumenti molto comodi per il pagamento canone RAI online, come il wallet. Dal 2016 il canone si paga con la bolletta della luce.

come pagare il canone rai online
Il Canone RAI si può pagare anche online, oppure dal cellulare via wallet

L’eventuale riforma sul Canone RAI, che prevede l’incorporazione del canone televisivo nella bolletta elettrica, è stata rinviata al 2016.

Le ultime novità prevedono che a partire dal 1° gennaio 2016, il canone televisivo venga pagato in bolletta elettrica. In particolare, secondo la Legge Stabilità 2016 si pagherà un importo di quasi 100 euro all’anno, in 10 rate pari a 10 euro all’interno della bolletta della luce.

Il nuovo canone Rai verrà corrisposto soltanto dai titolari dei contratti domestici e sarà destinato soltanto ai residenti, quindi proprietari di prima casa o anche chi è in affitto e abbia trasferito la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori. Si potrà chiedere l’esenzione del pagamento del canone televisivo attraverso autocertificazione da presentare all’Agenzia delle Entrate, purché non si sia in possesso di un apparecchio televisivo.

Per maggiori informazioni sul Canone Rai in bolletta leggi la nostra guida al riguardo, e anche il nostro articolo Esenzione Canone Rai se vuoi sapere come non pagare canone tv.

Canone RAI: importo 2015 e scadenze

Per chi vuole pagare il Canone RAI in un’unica soluzione, c’è da versare 113,50 euro entro il 31 gennaio 2015.

Se invece si sceglie di rateizzare in 2 semestri, ci sono due bollettini di importo 57,92 euro da pagare entro:

  • 31 gennaio 2015, prima scadenza;
  • 31 luglio 2015, seconda scadenza.

Scegliendo il pagamento trimestrale, ci saranno quattro bollettini di 30,16 euro da pagare in queste scadenze:

  • 31 gennaio 2015;
  • 30 aprile 2015;
  • 31 luglio 2015;
  • 31 ottobre 2015.

Il canone RAI si paga online: ecco come fare

Siccome tutti i contribuenti, quindi, dovranno versare la prima rata (o l’importo completo) entro il prossimo 31 gennaio 2015, ci saranno sicuramente lunghe code negli uffici postali, soprattutto nei Comuni in cui non sono stati inviati i bollettini per pagare il canone televisivo con sufficiente anticipo.

Per fortuna, non è necessario fare la coda in ufficio postale o in banca per pagare il canone RAI: si può tranquillamente versare il contributo dal web, dal cellulare o dal tablet.

In effetti, la RAI ha recentemente aderito al CBILL, un servizio messo a punto dal Consorzio CBI (Customer to Business Interaction) che consente ai cittadini e alle imprese di consultare e pagare online, direttamente dalla propria banca, un gran numero di bollette emesse dalle pubbliche amministrazioni e dalle aziende, tra cui adesso anche il canone televisivo.

Il servizio, attivo sin dal 1° luglio 2014, può essere utilizzato su tutti i canali delle banche ovvero Home Banking, Corporate Banking, Mobile Banking e ATM.

Così, tutte le famiglie e aziende titolari di un conto corrente potranno quest’anno pagare il canone RAI tramite PC, tablet, smartphone e sportello ATM.

Pagare il canone RAI dal wallet

Una possibilità ancora più moderna, abbastanza diffusa negli Stati Uniti e altri Paesi europei e che sta prendendo piede anche in Italia, è pagare l’importo del canone televisivo attraverso il proprio “wallet” o portafoglio digitale.

Il wallet o portafoglio virtuale non è altro che una sorta di contenitore di strumenti di pagamento digitali, ovvero carte di credito, carte bancomat, carte prepagate, account PayPal, libretti postali, etc. ma anche contanti, versati appositamente sul proprio wallet.

L’implementazione di questo innovativo sistema di pagamento è stata possibile grazie agli smartphone di ultima generazione, che consentono i pagamenti contactless (via connettività NFC) attraverso alcune app dedicate.

Alcuni dei wallet più famosi come Apple Pay e Google Wallet non sono ancora disponibili in Italia. Tuttavia, esistono già ben più di una proposta di wallet, tra cui  TIM Wallet, a cui è associata TIM SmartPAY, una carta  ricaricabile Visa Europe emessa da Intesa Sanpaolo, oppure Mediolanum Wallet, riservato a chi è possiede una carta prepagata Mediolanum Freedom Easy Card.

C’è un’alternativa che non richiede essere cliente di alcuna banca in particolare, che è WoW, il wallet di CheBanca!, un prodotto utilizzabile da chiunque possieda una qualsiasi carta di credito, debito o prepagata che operi su circuiti MasterCard, Visa, Visa Electron, oppure un conto PayPal.

Con WoW si possono pagare bollettini, bollette tra cui il canone RAI, bollo auto, fare ricariche telefoniche, ricaricare anche la tessera di altri servizi come Mediaset Premium o l’abbonamento ai trasporti pubblici, trasferire denaro e altro ancora.

L’unica cosa che si deve fare è scaricare l’apposita applicazione, disponibile gratuitamente su piattaforme iOS, Android o Windows Phone.
Scarica gratis WoW di CheBanca!

Ho scaricato l’app WoW: come pagare il canone RAI?

Una volta scaricata l’app WoW di CheBanca!, bisogna selezionare dalla home page l’icona del bollettino premarcato del canone televisivo, indicare il conto con il quale si vuole effettuare il pagamento (carta di credito, bancomat, PayPal, etc) e continuare a inserire i dati richiesti.

I dati possono essere inseriti a mano o, per maggior comodità, in modalità automatica attraverso la fotocamera dello smartphone. Una volta inquadrato, ad esempio, il codice del bollettino da pagare e dopo aver inserito il PIN il pagamento verrà effettuato in pochi passi dallo smartphone.

Conviene pagare tramite wallet?

I pagamenti tramite wallet diventano sempre più popolari in Italia per diversi motivi tra cui, senza dubbio, i più evidenti sono la praticità, comodità e flessibilità. Effettuare acquisti in maniera veloce, anche per transazioni di basso importo, evitare le code allo sportello per pagare bollettini postali e tanti altri servizi, sono tra i principali vantaggi dei wallet.

Infine, c’è un ulteriore beneficio: i wallet hanno minori costi per molti pagamenti, che non prevedono alcuna commissione quando si paga tramite il proprio portafoglio postale; invece con l’home banking di molte banche si paga tra 1-2 euro di commissione per pagare molti servizi, e ancora di più se ci si reca al tabacchino, le poste o lo sportello bancario.

Commenti Facebook: