PA sprecone nel telefono, 14 mila euro di bollette

La pubblica amministrazione spreca i soldi dei contribuenti: le bollette di un piccolo comune di Pescara hanno toccato quota 14 mila euro per spese di telefono e connessione ad internet.

Un record assoluto che potrebbe far entrare di diritto il Comune tra i migliori contribuenti della Telecom: il comune in questione è Farindola in provincia di Pescara con appena 1700 persone mentre in Comune lavorano meno di dieci dipendenti che utilizzano cinque linee telefoniche.

Il Comune da anni paga servizi che non dovrebbe pagare ma che invece sarebbero tutti indicati voce per voce non solo nelle bollette ma anche nei contratti telefonici stipulati con la Telecom per mezzo di una società di intermediazione.

pubblica-amministrazione-sprechi

Nelle bollette del Comune di Farindola si riescono a trovare contemporaneamente anche tre centralini telefonici il cui utilizzo è assolutamente sconosciuto.

A Farindola pare non arrivi ancora l’Adsl così per navigare sul web bisogna accontentarsi della vecchia Isdn montata su tre delle cinque linee. Ogni linea ha bisogno per funzionare di una borchia ma in bolletta per ogni linea vengono “caricate” tre borchie: peccato che è tecnicamente impossibile installare più di una borchia.

Insomma, quando i soldi sono degli altri, i controlli pubblici lasciano il tempo che trovano.

amministrazione spreca i soldi dei contribuenti: le bollette di un piccolo comune di Pescara hanno toccato quota 14 mila euro per spese di telefono e connessione ad internet.

Un record assoluto che potrebbe far entrare di diritto il Comune tra i migliori contribuenti della Telecom: il comune in questione è Farindola in provincia di Pescara con appena 1700 persone mentre in Comune lavorano meno di dieci dipendenti che utilizzano cinque linee telefoniche.

Il Comune da anni paga servizi che non dovrebbe pagare ma che invece sarebbero tutti indicati voce per voce non solo nelle bollette ma anche nei contratti telefonici stipulati con la Telecom per mezzo di una società di intermediazione.

pubblica-amministrazione-sprechi

Nelle bollette del Comune di Farindola si riescono a trovare contemporaneamente anche tre centralini telefonici il cui utilizzo è assolutamente sconosciuto.

A Farindola pare non arrivi ancora l’Adsl così per navigare sul web bisogna accontentarsi della vecchia Isdn montata su tre delle cinque linee. Ogni linea ha bisogno per funzionare di una borchia ma in bolletta per ogni linea vengono “caricate” tre borchie: peccato che è tecnicamente impossibile installare più di una borchia.

Insomma, quando i soldi sono degli altri, i controlli pubblici lasciano il tempo che trovano.

Commenti Facebook: