Otto consigli per navigare in sicurezza fuori casa

Partite per le vacanze? Occhio a smartphone e tablet. I dispositivi mobili, infatti, proprio d’estate sono ancora di più l’oggetto privilegiato di furti e rapine, che oltre a rappresentare un consistente danno economico in sé mettono a repentaglio anche i nostri dati sensibili. Inoltre, non usare la solita connessione di casa può comportare dei rischi. Cattive abitudini che in città danno luogo solo raramente a problemi, in vacanza e in mobilità possono diventare molto rischiosi: ecco come regolarsi per evitare brutte sorprese.

Security
Qualche semplice accorgimento per non avere brutte sorprese al mare o in montagna

Otto trucchi per non farsi sorprendere

  1. Attenzione ai luoghi dove vi collegate. Quando trovate un hotspot wi-fi libero e senza password per i vostri dispositivi gioite? Prima pensateci due volte. Spesso i wi-fi liberi hanno standard di sicurezza molto bassi, e collegandovi senza avere la ragionevole certezza che sia un hotspot sicuro metterete potenzialmente a rischio i vostri dati.
  2. Limitate il più possibile, in vacanza, il ricorso a Internet banking e a siti con informazioni sensibili. Non si sa mai. Questa regola diventa assolutamente fondamentale se ci si collega da dispositivi pubblici, che potrebbero essere infettati da uno spyware.
  3. Una buona idea prima di andare in vacanza, da ripetersi magari al ritorno a casa, è cambiare le password principali: è un’operazione che è bene eseguire di frequente oppure ogni volta che si sospetta un accesso esterno. Le regole per la scelta della password sono sempre le stesse: bando alle date di nascita o ai nomi di parenti, cercate di crearne il più lunghe possibili (senza dimenticarvele!) e mischiando maiuscole, minuscole e caratteri alfanumerici assortiti.
  4. Date un giro di vite alla sicurezza del vostro smartphone (e tablet): se l’avete rimosso, reinserite il PIN e create un codice d’accesso. Perderete qualche secondo in più ma ne guadagnerete in sicurezza.
  5. Occhio alla geolocalizzazione. Scattarsi selfie e condividere sui social la propria cena in riva al mare grazie a Internet mobile sono ormai pratiche comunissime, ma in molti di questi casi non ci accorgiamo nemmeno che stiamo condividendo con gli altri la nostra precisa posizione tramite i servizi di geolocalizzazione del nostro smartphone. Per chi non vuole rinunciare alla propria privacy, il consiglio è di disattivarli, almeno per la durata della vacanza.
  6. Cercate di ridurre al minimo i dati sensibili presenti sui vostri dispositivi mobili e sul vostro PC in vacanza, effettuando un backup a casa prima di partire. Inoltre cancellate la cache dei vostri browser e le password, riducendo così al minimo i dati a cui un eventuale malintenzionato può accedere nel malaugurato caso di un furto.
  7. Antivirus e aggiornamenti. Anche in vacanza, quando alla sicurezza si pensa un po’ di meno e si può perdere l’abitudine degli aggiornamenti costanti, è buona regola cercare di avere sempre l’ultima versione disponibile sia per le applicazioni presenti sui proprio dispositivi mobili sia per gli antivirus del PC. Ricordatevi inoltre che alcuni operatori offrono particolari soluzioni per la sicurezza della navigazione, come Vodafone con Rete Sicura.
  8. Attenzione ai messaggi sospetti. Come quando si è casa, anche in vacanza vale la regola di cliccare con criterio su link che promettono offerte stranamente convenienti, che ci richiedono i nostri dati sensibili (le aziende di cui siamo davvero clienti non lo fanno mai) o invitano a scaricare l’ultimo gioco o tormentone dell’estate. Virus e malware sono sempre in agguato.

Scopri Giga Start di Vodafone

Commenti Facebook: