OTA-Italia: risolvere i problemi tra operatori

OTA-Italia, organismo nato per diminuire i contenziosi tra Telecom e i concorrenti per quanto riguarda l’accesso, ha iniziato le sue attività questa settimana.

Gli aderenti all’organismo presieduto da Guido Vannucchi sono: Telecom Italia, Fastweb, Tiscali, Vodafone, Wind, BT, Opitel, TWT, AIIP e Assoprovider.

L’organismo nasce per prevenire le potenziali controversie che ci possono essere tra i diversi operatori riuscendo a far individuare ed utilizzare le tecniche migliore per la fornitura di servizi e di prodotti e dovrà mediare le controversie che eventualmente si verranno a creare.

Da OTA ci si aspetta un nuovo meccanismo che faciliti e moderi in modo volontario contribuendo a diminuire sensibilmente i contenziosi fra operatori e non solo; ci si aspetta anche un miglioramento del mercato e dell’azione istituzionale dell’Authority.

Perchè questo nuovo organismo funzioni nel modo migliore è richiesta una collaborazione leale da parte di tutti i partecipanti riuscendo così a creare un canale comunicativo diretto tra processi operativi e per arrivare a soluzioni nel più breve tempo possibile.

-Italia, organismo nato per diminuire i contenziosi tra Telecom e i concorrenti per quanto riguarda l’accesso, ha iniziato le sue attività questa settimana.

Gli aderenti all’organismo presieduto da Guido Vannucchi sono: Telecom Italia, Fastweb, Tiscali, Vodafone, Wind, BT, Opitel, TWT, AIIP e Assoprovider.

L’organismo nasce per prevenire le potenziali controversie che ci possono essere tra i diversi operatori riuscendo a far individuare ed utilizzare le tecniche migliore per la fornitura di servizi e di prodotti e dovrà mediare le controversie che eventualmente si verranno a creare.

Da OTA ci si aspetta un nuovo meccanismo che faciliti e moderi in modo volontario contribuendo a diminuire sensibilmente i contenziosi fra operatori e non solo; ci si aspetta anche un miglioramento del mercato e dell’azione istituzionale dell’Authority.

Perchè questo nuovo organismo funzioni nel modo migliore è richiesta una collaborazione leale da parte di tutti i partecipanti riuscendo così a creare un canale comunicativo diretto tra processi operativi e per arrivare a soluzioni nel più breve tempo possibile.

Commenti Facebook: