Ota-Italia per risolvere le controversie

Ota-Italia è l’organismo nato dall’esperienza inglese voluto fortemente dall’Autorità per le Garanzie delle Telecomunicazioni e sottoscritto da Telecom Italia e da BT, Fastweb, Opitel, Tiscali, TWT, Vodafone, Wind ed infine AIIP e Assoprovider.

OTA-Italia ha il compito di risolvere i contenziosi tra Telecom Italia e gli operatori alternativi e le possibile tematiche in merito ai servizi di accesso alla rete fissa prima di una procedura formale di Agcom

Il secondo punto importante su cui sarà improntata la linea d’intervento riguarda la criticità sulle centrali di Telecom Italia che ospitano gli apparati degli operatori alternativi.

Sotto controllo ci sarà anche la gestione dei reclami negli scambi di fatturazione tra Telecom Italia e concorrenti

Alla base delle linee condivise di intervento, approvate da Telecom Italia e dagli operatori che hanno sottoscritto l’Accordo di adesione a Ota-Italia il 15 ottobre 2009,.

L’obiettivo di Ota-Italia è quello di facilitare i rapporti tra gli operatori alternativi e Telecom Italia, nell’ottica di una ‘fair competition’, cercando di prevenire l’instaurarsi di controversie tecnico-operative.

è l’organismo nato dall’esperienza inglese voluto fortemente dall’Autorità per le Garanzie delle Telecomunicazioni e sottoscritto da Telecom Italia e da BT, Fastweb, Opitel, Tiscali, TWT, Vodafone, Wind ed infine AIIP e Assoprovider.

OTA-Italia ha il compito di risolvere i contenziosi tra Telecom Italia e gli operatori alternativi e le possibile tematiche in merito ai servizi di accesso alla rete fissa prima di una procedura formale di Agcom

Il secondo punto importante su cui sarà improntata la linea d’intervento riguarda la criticità sulle centrali di Telecom Italia che ospitano gli apparati degli operatori alternativi.

Sotto controllo ci sarà anche la gestione dei reclami negli scambi di fatturazione tra Telecom Italia e concorrenti

Alla base delle linee condivise di intervento, approvate da Telecom Italia e dagli operatori che hanno sottoscritto l’Accordo di adesione a Ota-Italia il 15 ottobre 2009,.

L’obiettivo di Ota-Italia è quello di facilitare i rapporti tra gli operatori alternativi e Telecom Italia, nell’ottica di una ‘fair competition’, cercando di prevenire l’instaurarsi di controversie tecnico-operative.

Commenti Facebook: