Osservatorio SosTariffe.it: Mezzogiorno ha l’ADSL più veloce, secondo i dati raccolti dallo speedtest

La rivincita del Sud: con questa frase possiamo riassumere in breve gli ultimi risultati sulla velocità delle connessioni Internet ADSL di SosTariffe.it, basati su oltre 500 mila test di velocità effettuati direttamente sul proprio sito. Le regioni del Mezzogiorno, ma anche le province e alcune grandi città dell’area hanno ottenuto risultati medi migliori rispetto al Nord Italia.

I risultati di SOSTariffe sono basati su oltre 500 mila rilevazioni della velocità ADSL
Nel Sud Italia la velocità media dell'ADSL supera il Nord della penisola

Partiamo dalla velocità media dell’ADSL, che incrementa rispetto al 2010 di circa l’8%, arrivando ad una media generale di 5,1 Mbps. Nel Sud Italia si arriva a 5,3 Mbps, contro i 4,9 Mbps del Nord Italia. Tra le regioni più veloci troviamo, però, la Toscana e la Liguria, mentre il Veneto e l’Abruzzo sono i fanalini di coda della classifica.

Scopri la velocità della tua ADSL

A livello provinciale, invece, Firenze e Isernia superano tutti sfiorando i 7 Mega di velocità, mentre Belluno e Ogliastra non superano i 3 Mbps. In linea generale, però, è il Sud a vincere ancora, con ottimi risultati registrati nelle province di Bari, Brindisi, Cagliari, Crotone, Foggia, Napoli, Nuoro e Ragusa, maggiori rispetto alla provincia di Milano, tra le ultime posizioni.

In città, invece, la situazione non brilla a livello generale: Napoli è la migliore con una connessione media a 5,36 Mega, seguita da Genova, Torino (4,9 Mbps), Firenze (4,8 Mbps) e Bologna (4,77). Sulle connessioni a 20 Mega, invece, è Firenze ad essere prima, arrivando addirittura a 10,5 Mbps (l’unica a riuscire a superare i 10 Mega di velocità).

Stranamente, quindi, le grandi città non sembrano ottenere risultati superiori rispetto ai centri più piccoli: c’è da dire, però, che negli ultimi anni è possibile accedere ad alternative decisamente più performanti, come la fibra ottica e il 4G LTE, realtà sempre più presenti nel nostro paese e soprattutto nelle città più importanti.

Tra tutti questi dati si può notare, come sempre, la differenza tra la banda effettiva e le velocità pubblicizzate dai vari provider: normalmente, infatti, la banda reale è sempre più bassa rispetto al proprio abbonamento. C’è da dire comunque che i prezzi sono molto più bassi rispetto al passato, con dei risparmi in aumento del 78% nel 2013, grazie a promozioni di durata più lunga (fino a 60 mesi) o a tempo indeterminato.

Scopri le offerte ADSL

Si sta assistendo, inoltre, ad una crescita continua delle aree raggiunte dalla fibra ottica, come l’Amministratore Delegato di SOSTariffe Alberto Mazzetti ha giustamente sottolineato, che consentirà di avere “crescente competizione anche in questo settore. La fibra ottica, con la sua ampiezza di banda, contribuirà sicuramente a migliorare la qualità del servizio offerto e la velocità effettiva di navigazione in Italia”. E proprio i prezzi giocheranno sicuramente un ruolo importantissimo nella maggiore diffusione della connessione in fibra: le attuali offerte, infatti, hanno costi molto simili a quelle basate sull’ADSL, quindi il rapporto qualità-prezzo premierà senza dubbio la fibra ottica nei prossimi mesi e anni.

Osservatorio velocità ADSL in Italia.

Commenti Facebook: