Osservatorio CTCU: conti online sempre più vantaggiosi

Il CTCU ha confrontato i costi dei conti correnti allo sportello e online, confermando buone possibilità di risparmio per chi utilizza i conti online rispetto ai tradizionali conti allo sportello, soprattutto per i giovani. L'anzianità del conto è uno dei principali fattori che incide sul costo di un conto corrente. Confrontare conviene a chiunque, a chi possiede già un conto e a chi ne cerca uno: ecco le conclusioni del CTCU nell'osservatorio.

Osservatorio CTCU: conti online sempre più vantaggiosi

Il CTCU ha pubblicato un osservatorio nel quale ha messo a confronto i conti correnti tradizionali allo sportello con i conti online.

Secondo l’associazione, nel caso di un Conto Giovani, il costo allo sportello varia da 1 euro (Conto Chili della Cassa di Risparmio) ai 151,38 euro all’anno, mentre con un conto online si spende da 0 euro (Conto Corrente Arancio, ING Direct) a 140,60 euro all’anno.

Una famiglia con operatività media (228 operazioni all’anno) invece paga allo sportello da 36 euro (Conto Yellow di CheBanca!) ai 147,25 euro all’anno, mentre online spende da 0 euro (Conto Arancio – Conto IW Bank) ai 102,46 euro all’anno.

Nel caso di un pensionato con bassa operatività (124 operazioni all’anno), i costi per il conto tradizionale partono da 6 euro (Conto Italiano ZIP Base di MPS) ai 100,50 euro/anno, mentre online si spendono da 0 euro a 57,00 euro/anno.

Spesa annua di oltre 750 euro con i conti a consumo

Il CTCU ci tiene a ricordare, inoltre, che dopo i conti online, i più convenienti sono i conti a pacchetto o in convenzione, ovvero che possiedono un canone che forfettizza le spese, anche in parte.

Quelli invece che sono assolutamente da evitare sono i conti correnti “a consumo”, con il quale la spesa finale dipende dal numero di operazioni eseguite. Con alcuni di questi conti si può spendere oltre 750 euro all’anno.

Cambiare conto conviene: anzianità primo fattore responsabile del costo

Come spiegato dalla Banca d’Italia, in un’indagine condotta a settembre 2013, quanto più anziano un conto, più elevato il suo costo. Anche se inizialmente le condizioni erano buone, dopo ad esempio 10 anni c’è un rincaro di circa 100 euro. La fidelizzazione del cliente aumenta i ricavi delle banche penalizzando però i correntisti.

Anche un osservatorio SosTariffe.it sui Conti Online dell’anno scorso infatti dimostra che scegliendo di operare su Internet, i costi per il conto corrente scendono in maniera drastica, ottenendo con i conti delle banche online un risparmio di oltre il 99%.

Di seguito, SosTariffe.it suggerisce le migliori proposte di conto online di questo mese.

Migliori conti online

WebSella è il conto online a zero spese di Banca Sella, senza canone né spese aggiuntive. Con WebSella.it anche il canone delle carte di credito e debito è gratuito, così come i prelievi e i bonifici, anche all’estero. Con questa banca non paghi nemmeno l’imposta di bollo.

Vai a WebSella.it »

Hello! Money è il conto corrente di Hello Bank! che prevede le operazioni online gratuite, così come i prelievi bancomat in tutto il mondo. In più, offre un rendimento del 2% lordo per 9 mesi senza vincoli.

Attualmente Hello! Money è in promozione: aprendo il conto Hello! Money gratis un buono regalo YOOX.com da 100€.

Scopri Hello! Money »

Il Conto CheBanca! Online è un conto corrente online senza canone annuo né imposta di bollo. Include inoltre prelievi presso ATM di altre banche gratuiti (anche all’estero) e bonifici illimitati senza alcun costo. I prelievi e i bonifici eseguiti presso lo sportello, invece, hanno un costo di 3 euro, così come il registro delle operazioni.

Scopri il Conto CheBanca! »

Il Conto Corrente Arancio è uno tra i più convenienti conti a zero spese, dato che non prevede canone annuo né imposta di bollo in nessun caso.

I singoli assegni sono gratuiti, così come i bonifici online e allo sportello; non sono previste neanche commissioni per i prelievi allo sportello né presso ATM di altre banche.

Vai a Conto Corrente Arancio »

ContoInCreval è il conto corrente online del Gruppo bancario Credito Valtellinese a zero canone e zero spese.

Con questo conto online l’imposta di bollo è a carico della Banca, e sono gratuiti i bonifici online in Italia e all’estero nei paesi appartenenti all’area SEPA.

Scopri il ContoInCreval »

Con il conto corrente Fineco, l’imposta di bollo di 34,20 euro è a carico del cliente, ma non ci sono altre spese o canoni nemmeno per la carta di credito.

Vai al Conto Fineco »

Utilizzate il nostro comparatore per mettere a confronto i migliori conti correnti e trovare quello che meglio si adatta alle vostre esigenze.

Confronta Conti Correnti

Commenti Facebook: