Omicidio al metanolo per incassare l’assicurazione

Assicurazioni vita e omicidio premeditato. Incredibile ma vero, basta una polizza vita e un matrimonio in crisi per far scattare un piano diabolico. A Bolzano una donna di nazionalità ceka ha organizzato la morte del marito col fine di incassare l’assicurazione, ” l’arma “ utilizzata è il metanolo, una sostanza in grado distruggere le funzionalità vitali in breve tempo.

Uccide il marito per riscuotere la polizza vita. Il piano era architettato da anni

Bolzano. Le campagne vicino Laives sono state scena di un omicidio premeditato quanto efferato. Una donna di nazionalità ceka di 42 anni ha organizzato negli anni la morte del marito per incassare la polizza vita da questi stipulata tempo prima. I delitti per riscuotere le assicurazioni non sono nuovi alle cronache, e le modalità di esecuzione sono sempre elaborate e studiate nel dettaglio.

L’omicida aveva già tentato diverse volte di avvelenare il marito con del metanolo, una sostanza in grado di danneggiare gravemente gli organi vitali a poche ore dall’assunzione, ma ogni volta non era riuscita nel suo intento. L’ultimo tentativo però è stato fatale a Josef Surkala (46 anni), il quale l’ultima sera della sua vita, raggiungeva la moglie per festeggiare la fine della stagione del raccolto.

Per confondere gli inquirenti e depistare le indagini la donna versava quantità mortali di metanolo del bicchiere di vodka del marito, approfittando di recenti denunce di malori per presenza di metanolo nella sostanza alcolica. Tuttavia la Polizia è riuscita a scoprire il piano e a procedere all’arresto.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: