Offerte telefonia mobile: il 2022 inizia con più Giga inclusi e costi più bassi

Le offerte di telefonia mobile di inizio 2022 mettono a disposizione degli utenti un quantitativo maggiore di Giga a fronte di un canone mensile medio in leggero calo rispetto ai dati dello stesso periodo dello scorso anno. La conferma arriva dal nuovo Osservatorio SOStariffe.it che ha fotografato l'andamento delle offerte di telefonia mobile in questa prima parte di anno andando, inoltre, ad evidenziare i principali trend del settore. Vediamo i dettagli completi:

Offerte telefonia mobile: il 2022 inizia con più Giga inclusi e costi più bassi

L’Osservatorio SOStariffe.it si concentra sulle offerte di telefonia mobile andando a confrontare i dati raccolti a gennaio 2022 con quelli di gennaio 2021. Il confronto tra le due rilevazioni certifica una chiara evoluzione del mercato italiano. Le tariffe messe a disposizione dagli operatori presentano un bundle Giga ancora più consistente a fronte di un canone mensile in leggero calo rispetto ai dati dello scorso anno.

Vediamo tutti i dati emersi dall’indagine e quali sono le principali tendenze che caratterizzano il mercato di telefonia mobile in questa prima parte di 2022 in base alle rilevazioni effettuate dall’Osservatorio:

Come sono cambiate le offerte di telefonia mobile negli ultimi 12 mesi

L’indagine ha evidenziato che, in media, le offerte di telefonia mobile a gennaio 2022 mettono a disposizione un bundle con 2736 minuti, 1844 SMS e 70 GB da utilizzare in un mese a fronte di un canone periodico richiesto di 10,59 euro al mese. Il confronto tra gennaio 2022 e gennaio 2021 conferma che tutti i bonus inclusi nelle offerte sono in netto aumento su base annua. In particolare, i minuti aumentano del +8.6% mentre gli SMS fanno registrare una crescita del 13.4%.

L’aumento maggiore è per i Giga inclusi. In questo caso, il confronto tra 2021 e 2022 conferma che le offerte di telefonia mobile mettono a disposizione degli utenti il 24.2% di Giga in più ogni mese. In totale, sono disponibili circa 13 GB in più ogni mese per chi sceglie un’offerta di telefonia mobile a gennaio 2022. Questo incremento generalizzato dei bonus inclusi non si accompagna ad un aumento dei costi. Il canone mensile richiesto è, infatti, in calo del -4.5% rispetto allo scorso anno.

Quali sono, invece, i dati relativi alle sole tariffe degli operatori MNO? I provider dotati di un’infrastruttura di rete proprietaria (TIM, Vodafone, WINDTRE e Iliad) mettono a disposizione offerte ancora più ricche anche se generalmente più costose. In media, in questo caso, le offerte presentano 2729 minuti, 1982 SMS e 90 GB da utilizzare in un mese a fronte di un canone di 14,44 euro al mese.

In questo caso, i minuti a disposizione risultano in leggero calo (-4%) mentre aumentano gli SMS (+19.7%). Per quanto riguarda i Giga mensili si registra un notevole incremento. Le offerte degli MNO di gennaio 2022 mettono a disposizione il 28,6% di Giga in più ogni mese (ben 20 GB in media). Anche in questo caso, l’aumento registrato è accompagnato da un calo del prezzo medio (-2.4%). 

Ricordiamo che per un quadro completo delle migliori tariffe mobile disponibili a gennaio 2022 è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it, disponibile cliccando sul link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi mobili.

Scopri qui le migliori offerte di telefonia mobile »

L’indagine dell’Osservatorio SOStariffe.it mette in evidenza anche alcune tendenze che caratterizzano il mercato di telefonia mobile ad inizio gennaio 2022. Ecco i trend individuati dallo studio:

  • rispetto al gennaio dello scorso anno, i Giga mensili inclusi in media nelle offerte sono cresciuti del +24%
  • il canone mensile medio è ancora in calo facendo segnare un -4.5% che porta il valore medio del canone a 10,59 euro al mese; tale dato è il più basso mai rilevato dall’inizio delle rilevazioni dell’Osservatorio
  • focalizzandosi sulle sole offerte da meno di 10 euro al mese si registra un aumento dei Giga inclusi del +50% rispetto a gennaio 2021 che conferma come questo tipo di tariffe siano sempre più convenienti
  • per quanto riguarda le offerte 5G si registra una riduzione del canone medio (-21%) a fronte di un leggero calo dei Giga inclusi (-9%); il dato è legato all’arrivo di nuove offerte 5G più economiche che hanno reso più accessibile la rete mobile di nuova generazione a fronte, però, di un taglio dei Giga mensili inclusi
  • considerando le sole offerte degli operatori MNO si registra il valore più alto dei Giga mensili inclusi dall’inizio delle rilevazioni: la soglia dei 100 GB mensili inclusi nell’offerta media è sempre più vicina