Offerte indicizzate luce e gas: prezzi, funzionamento e perché sceglierle in questo periodo

La crisi del mercato energetico europeo ha portato ad un notevole aumento dei prezzi di luce e gas per i clienti finali che si è tradotto in bollette caratterizzate da importi molto elevati. Per contrastare l'emergenza è possibile affidarsi alle offerte luce e gas a prezzo indicizzato. Queste soluzioni si caratterizzano per alcuni elementi ben precisi tra cui la possibilità di accedere direttamente al prezzo del mercato all'ingrosso, riducendo il costo dell'energia in un momento di crisi come quello attuale. Ecco qual è il funzionamento e quali sono i prezzi delle offerte indicizzate per luce e gas e perché sceglierle in questo periodo.

Offerte indicizzate luce e gas: prezzi, funzionamento e perché sceglierle in questo periodo

Per ridurre al minimo le bollette di luce e gas è possibile seguire due strade. La prima passa per la riduzione del consumo di energia. Al netto del taglio degli sprechi, sicuramente molto importante, quest’opzione non può garantire troppi margini di risparmio per i clienti finali. C’è però una seconda opzione per massimizzare il risparmio. Riducendo il costo unitario dell’energia (espresso in €/kWh per la luce e €/Smc per il gas) è possibile ridurre l’importo speso e, quindi, risparmiare.

Una delle opzioni a disposizione degli utenti per ridurre il costo dell’energia è rappresentata dall’accesso diretto al prezzo dell’energia sul mercato all’ingrosso. Per poter sfruttare il prezzo all’ingrosso per luce e gas è possibile affidarsi alle offerte con prezzo indicizzato. Queste soluzioni stanno registrando una notevole diffusione in questo momento, caratterizzandosi come le opzioni tariffarie giuste per minimizzare le bollette in un momento di crisi come quello attuale.

Nel corso del mese di aprile 2022 e per tutta la primavera in corso, scegliere le tariffe indicizzate rappresenta, in molti casi, la mossa giusta per ridurre il costo di luce e gas e risparmiare. A rendere ancora più conveniente questa scelta è la scarsa diffusione delle tariffe a prezzo bloccato, più rischiose per i fornitori in un contesto di incertezza dei mercati energetici. Vediamo, quindi, come funzionano le offerte indicizzate e come attivarle direttamente online:

Come funzionano le offerte indicizzate per luce e gas

Ecco le caratteristiche delle tariffe a prezzo indicizzato:

Tariffe a prezzo indicizzato “non ARERA”
  • Accesso diretto al prezzo di luce e gas all’ingrosso (indice PUN per la luce e TTF/PSV per il gas naturale)
  • Aggiornamenti mensili per il costo unitario dell’energia
  • I fornitori possono richiedere un canone mensile o un costo extra rispetto al prezzo dell’indice di riferimento
Tariffe a prezzo indicizzato ARERA
  • Accesso diretto al prezzo di luce e gas praticato nel mercato di Maggior Tutela
  • Il prezzo è solitamente scontato di una quota percentuale (ad esempio 10%)
  • Aggiornamenti trimestrali del prezzo in base all’andamento del prezzo ARERA

Il funzionamento delle offerte indicizzate (dette anche “offerte a prezzo variabile”) è molto semplice. Attivando una di queste offerte è possibile, infatti, accedere al prezzo di un indice del mercato all’ingrosso stabilito dal fornitore. Per quanto riguarda le forniture di energia elettrica, l’indice di riferimento è generalmente il prezzo del PUN – Prezzo Unico Nazionale, consultabile in tempo reale tramite il sito del Gestore dei Mercati Energetici (mercatoelettrico.org) andando a verificare il PUN Index.

Per il gas naturale, invece, gli indici di riferimento sono, di solito, il TTF (Title Transfer Facility) oppure il PSV (Punto di Scambio Virtuale). Il TTF è un mercato virtuale per lo scambio del gas naturale con sede in Olanda e rappresenta il principale riferimento europeo per lo scambio del gas all’ingrosso. Il PSV, invece, è il punto di incontro tra domanda e offerta del mercato del gas in Italia e rappresenta l’indice con cui i fornitori valutano il prezzo del gas al dettaglio. Di solito, i due indici presentano una quotazione molto simile. Le tariffe che consentono l’accesso ad un prezzo del mercato all’ingrosso vengono definite anche “tariffe indicizzate non ARERA”, in contrapposizione ad una seconda tipologia di offerte che vedremo di seguito.

I fornitori sono tenuti ad informare i clienti che hanno attivato tariffe a prezzo indicizzato in merito a tutte le variazioni di prezzo, sia in caso di aumento che in caso di diminuzione. Gli aggiornamenti dei prezzi delle tariffe a prezzo indicizzato sono su base mensile. Se una bolletta viene calcolata in base ad un periodo di fatturazione di due mesi e la tariffa attivata è di tipo indicizzato, quindi, il prezzo dell’energia potrebbe variare nel corso del periodo di fatturazione, diventando più o meno sfavorevole in base all’andamento del mercato all’ingrosso.

Le condizioni per l’accesso alle tariffe a prezzo indicizzato sono stabilite, liberamente, dal singolo fornitore. Queste tariffe sono, di solito, accessibili:

  • senza alcun costo extra
  • a fronte del pagamento di un canone mensile fisso (ad esempio 1 euro al mese)
  • a fronte del pagamento di un costo extra sull’energia elettrica o sul gas naturale (ad esempio + 0,01 €/kWh per l’energia elettrica e +0,1 €/Smc per il gas naturale da sommare al prezzo dell’indice di riferimento)

C’è un’altra tipologia di offerte indicizzate da considerare. Si tratta delle tariffe indicizzate ARERA. Questo tipo di offerte a prezzo variabile utilizzando come punto di riferimento il prezzo dell’energia elettrica e del gas naturale stabilito da ARERA, l’Autorità italiana per l’energia. Tale prezzo viene aggiornato ogni tre mesi (il 1° gennaio, il 1° aprile, il 1° luglio ed il 1° ottobre) e rappresenta il prezzo applicato in bolletta ai clienti nel servizio di Maggior Tutela.

Le tariffe indicizzate ARERA, di solito, garantiscono uno sconto fisso rispetto al prezzo ARERA. Queste offerte permettono, quindi, al cliente di accedere ad un prezzo sempre più basso rispetto a quello applicato nel mercato tutelato. Ad esempio, una tariffa a prezzo indicizzato ARERA potrebbe garantire uno sconto fisso del 10% sul prezzo applicato ai clienti del mercato tutelato. Le tariffe “indicizzate ARERA” possono rappresentare l’alternativa giusta ed economica al mercato tutelato, offrendo caratteristiche simili al regime di Maggior Tutela ma anche un risparmio garantito.

Perché conviene puntare su di un’offerta a prezzo indicizzato

Ecco i vantaggi delle offerte a prezzo indicizzato da attivare in questo momento:

Accesso diretto al prezzo di luce e gas all’ingrosso Il prezzo dell’energia è più basso rispetto a quello applicato ai clienti del mercato di Maggior Tutela
Difficoltà di trovare tariffe a prezzo bloccato convenienti Pochi fornitori, a causa dell’instabilità del mercato, propongono oggi tariffe a prezzo bloccato molto vantaggiose

In questo particolare momento storico è fondamentale ridurre al minimo il costo dell’energia elettrica e del gas naturale, in rapporto a quelle che sono le reali condizioni dei mercati energetici. Per questo motivo, la possibilità di accedere direttamente al mercato all’ingrosso per luce e gas può rappresentare una risorsa importante per massimizzare il risparmio in bolletta, in particolare nel breve periodo.

C’è poi da considerare un altro fattore. Attualmente, infatti, le offerte luce e gas a prezzo bloccato sono poche e spesso non molto convenienti. Per i fornitori, infatti, proporre una tariffa a prezzo fisso può rappresentare un rischio notevole nel caso di ulteriori aumenti dei prezzi all’ingrosso. Per questo motivo, molti fornitori stanno proponendo tariffe a prezzo bloccato con un costo unitario per l’energia molto alto, proprio per ridurre al minimo i rischi.

Per i clienti, quindi, la scelta delle tariffe a prezzo bloccato può essere più difficile. Scegliendo una tariffa a prezzo indicizzato, invece, si accederà direttamente al prezzo del mercato all’ingrosso, con meno rischi per il fornitore e, soprattutto, con la possibilità per il cliente di poter accedere ad un prezzo contenuto per l’energia, riducendo il più possibile le bollette in questo momento.

Come attivare le offerte luce e gas più vantaggiose e tagliare le bollette

Per tagliare le bollette e massimizzare il risparmio è necessario puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero che garantiscono un risparmio considerevole rispetto alle tariffe applicate ai clienti in Maggior Tutela. Per poter individuare facilmente le offerte più vantaggiose è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi Android ed iOS.

La comparazione, gratuita e imparziale, consente di individuare con la massima semplicità le tariffe più vantaggiose. Basterà indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è riportato in bolletta ma può essere stimato anche tramite il tool integrato nel comparatore) per ottenere informazioni precise in merito alla convenienza delle offerte in base al proprio profilo di consumo.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas » 

Chi è ancora nel Mercato Tutelato, direttamente sul comparatore, troverà anche un’indicazione in merito al risparmio annuale stimato legato all’attivazione della tariffa scelta. Per i clienti passati al Mercato Libero in passato, invece, è necessario confrontare il costo dell’energia applicato dall’attuale fornitore con quello garantito dal nuovo fornitore.

Il consiglio, in questo caso, è di affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, disponibile chiamando al numero 02 5005 111. Un consulente esperto sarà a disposizione dell’utente per aiutarlo, in modo gratuito e senza impegno a scegliere la tariffa giusta da attivare. Basterà avere sotto mano l’ultima bolletta inviata dal proprio fornitore per poter ottenere il supporto necessario per la scelta.