Offerte fibra dal 2013 ad oggi: la 1.000 Mega traina prezzi e copertura

L’ultimo studio di SosTariffe.it certifica, in modo chiaro, lo stato di diffusione della fibra ottica in Italia e l’evoluzione del mercato dal 2013 al 2017. L’avvento della fibra fino a 1.000 Mega, potenzialmente attivabile dal 22% della popolazione italiana, oltre al calo di prezzi fino al 35%, sono i principali risultati riscontrati. 

Aumenta la diffusione e calano i prezzi della fibra ottica in Italia

La diffusione della fibra ottica in Italia non sembra voler rallentare grazie anche a prezzi sempre più bassi per gli utenti. I risultati dell’ultimo studio di SosTariffe.it sono chiari. Dal 2013 ad oggi, infatti, i costi sostenuti per le offerte in fibra ottica hanno registrato una flessione fino al 35%. La differenza di prezzo tra le offerte ADSL e le offerte fibra si è, quindi, drasticamente ridotta.

Lo studio di SosTariffe.it ha anche analizzato come, ad oggi, il 22% della popolazione italiana è raggiungibile, potenzialmente, dalla fibra 1.000, che ha debuttato nell’ultimo anno, con la possibilità di raggiungere una velocità massima di 1000 Mega, un valore 50 volte superiore alla velocità massima di una ADSL.

Ricordiamo che tramite il comparatore di SosTariffe.it per offerte ADSL e fibra è possibile individuare le tariffe più vantaggiose disponibili in Italia mentre tramite il tool apposito è possibile verificare la copertura della fibra ottica nei vari comuni del Paese.

Lo studio di SosTariffe.it: come è stato condotto

L’analisi del mercato realizzata da SosTariffe.it ha preso in esame l’evoluzione dei prezzi dal 2013 al 2017 per quanto riguarda le tariffe ADSL e fibra ottica. Lo studio ha preso in esame il costo medio periodico del primo anno di fornitura includendo, in tale cifra, tutti i costi aggiuntivi (attivazione, modem in vendita abbinata e qualsiasi altro costo aggiuntivo) delle varie tariffe in fibra (100, 200-500, 1000 Mega) e ADSL (7-20 Mega).

In aggiunta, per analizzare la copertura delle nuove tariffe in fibra 1.000, sono stati isolati i comuni raggiunti da tale tecnologia ed è stata calcolata la percentuale di incidenza sul totale della popolazione italiana. E’ importante sottolineare, in ogni caso, che non tutte le abitazioni dei comuni considerati sono oggi raggiunte dalla fibra 1.000. Questi comuni, in ogni caso, rappresentano i “punti di partenza” scelti dagli operatori di telefonia fissa per dare il via alla diffusione della fibra che, progressivamente, sarà estesa a tutto il territorio considerato.

Conclude lo studio, infine, un’analisi della velocità di download media di ogni regione considerando, unicamente, i comuni raggiunti dalle offerte in fibra 1000 ed andando a confrontare i dati con il 2016. In questo modo è stato possibile valutare l’impatto di questa nuova tecnologia sulla velocità media di connessione.

Offerte connessioni in fibra Ottica: ribassi del 35%

I risultati dello studio di SosTariffe.it sono quanto mai chiari. A partire dal 2013, infatti, si è registrato un progressivo calo delle tariffe ADSL e fibra ottica. Per quanto riguarda l’ADSL (con velocità massima di 7 o 20 Mega) si è registrato un calo del 15% rispetto al 2013.

Da notare, in ogni caso, che rispetto al 2016 si registra una crescita del 3.5% dei costi del primo anno per via dell’introduzione dei rinnovi ogni 28 giorni. Il prezzo medio nel 2013 era pari a 27,4 Euro mentre oggi gli operatori richiedono, in media, 23,3 Euro al mese.
Scopri le migliori offerte fibra e ADSL

Il calo dei prezzi è ancora più evidente per la fibra ottica. Dal 2013 al 2017, infatti, la fibra 100 Mega ha registrato un calo del 35% passando da 36 a 23 Euro di costo medio mensile. Rispetto allo scorso anno, inoltre, si registra una flessione del 4.6%.

E’ interessante sottolineare, in questo caso, come l’introduzione della fatturazione ogni 28 giorni, che tra le offerte ADSL ha comportato un incremento dei costi, per  le offerte fibra si sia tradotta solo in un leggero freno al calo dei prezzi che risultano comunque più bassi nel passaggio dal 2016 al 2017.

Da notare, inoltre, un calo dei costi anche delle offerte in fibra “da 200 a 500 Mega” che tra il 2016 ed il 2017 registrano una flessione del 16.6% con un costo medio oggi di 21,6 Euro. Le offerte con fibra ottica sino a 1.000 Mega, introdotte su larga scala nel corso del 2017, costano 23,7 Euro in media. Il sovrapprezzo rispetto alle offerte fibra 100 è minimo.

La tabella qui di seguito riassume la variazione dei costi in base alla velocità di navigazione per le offerte ADSL e fibra ottica dal 2013 al 2017.

Campania e Lazio le regioni più coperte dalla fibra 1.000

Dopo aver analizzato l’andamento dei costi delle offerte ADSL e fibra degli ultimi anni, lo studio di SosTariffe.it si è concentrato sulla diffusione della fibra ottica in Italia evidenziando come, a fine 2017, Campania e Lazio sono le regioni con il maggior numero di abitati che, potenzialmente, possono disporre di connessioni in fibra ottica sino a 1000 Mega. 

La fibra ultra-veloce è oggi attivabile, potenzialmente, dal 22,25% della popolazione italiana. Da notare come il 4,8% della popolazione dei comuni raggiunti dalla fibra si trova in Campania mentre il 4.7% si trova in Lazio. La Lombardia raggiunge quasi il 3%. Da notare una scarsa diffusione della fibra ottica nelle Marce e in Trentino Alto Adige dove risiedono, rispettivamente, lo 0.17 e lo 0.19 per cento degli italiani che possono accedere alla fibra ultra-veloce.

Di seguito viene riportata la diffusione della fibra 1.000 in Italia. Le regioni in rosso non possono ancora contare su questa nuova tecnologia.

L’introduzione della nuova fibra ottica sino a 1.000 Mega si traduce in un netto incremento della velocità media per gli utenti in Italia. In particolare, in Umbria e Sardegna la velocità massima raggiungibile con la fibra ottica è cresciuta, rispettivamente, del 196% e del 189%. In crescita anche Campania (+114%) e  Piemonte (+108%)  mentre Marche e Puglia registrano un incremento della velocità del 13 e 14 per cento.

La tabella qui di seguito riassume, in modo completo, i risultati dell’analisi di SosTariffe.it in merito alla diffusione, su base regionale, della fibra 1.000 tenendo in considerazione anche la variazione di velocità di download registrata tra il 2016 ed il 2017.

Commenti Facebook: