Nuovo decoder MySky: la recensione di SosTariffe.it

Ha fatto il suo esordio da pochi giorni il nuovo decoder di Sky, il My Sky HD modello ESi-160 prodotto da Humax. Tra le novità, un disco ancora più ampio per registrare i programmi di Sky (1 TB) e un nuovo telecomando, più semplice e immediato per accedere a tutti i servizi della televisione satellitare più famosa in Italia.

Tutte le caratteristiche del nuovo dispositivo da 1 TB

Che cos’è il nuovo decoder di Sky

Il nuovo decoder My Sky HD (modello ESi-160, prodotto da Humax) è disponibile dallo scorso 10 aprile e offre tutte le funzionalità del precedente modello di My Sky WiFi classico, dalla pausa in diretta a Sky On Demand, ma con un disco rigido più grande, da 1 TB, WiFi integrato e nuovo telecomando.

Con questo decoder, Sky si prepara all’Ultra HD, visto che il nuovo dispositivo può supportare contenuti con questa risoluzione. Questo genere di decoder in Germania è noto con il nome di Sky+ Pro e alcuni utenti l’avevano già ricevuto nelle settimane scorse per la fase di test.

Il nuovo My Sky HD pesa 1,21 chilogrammi per misure di 315 x 212 x 37,5 mm. Sono integrati i sintetizzatori satellitari e il sintonizzatore per il digitale terrestre; la connettività può sfruttare il cavo Ethernet o il Wi-Fi 802.11ac dual-band. Completano la dotazione due porte USB. Alla “prova su strada”, inoltre, il nuovo decoder ha mostrato una reattività leggermente superiore ai modelli precedenti nel navigare tra le (sempre più numerose) sezioni di Sky.

Cambia la tecnologia per il satellite

Il nuovo decoder My Sky HD segna anche ufficialmente il passaggio di Sky dalla tecnologia finora standard ma analogica per la trasmissione via satellite, l’SCR (Satellite Channel Router), in favore della digitale dCSS (digital Channel Stacking Switch), che insieme al nuovo standard CENELEC EN 50607 (SCD 2) potenzia le performance di un impianto di distribuzione su singolo cavo.
Scopri Sky TV + Famiglia
In altre parole, con un solo cavo coassiale è possibile gestire fino a 32 dispositivi, e in più la gestione dei filtri e del piano frequenza è integrata in un chipset e, quindi, modificabile se necessario con un update.

Tutto questo cosa comporta per l’utente? Un adeguamento dell’impianto satellitare, con la sostituzione dell’illuminatore con un nuovo dCSS. Per questo, anche se è possibile anche per i vecchi utenti richiedere il cambio del decoder per sfruttare le nuove funzionalità di My Sky HD, bisognerà sostenere anche le spese relative all’aggiornamento dell’impianto (compreso invece per i nuovi abbonati).

Ci sarà del resto ancora da aspettare un po’ per poter vedere i primi contenuti in Ultra HD con il nuovo decoder: la fase di test infatti non è ancora terminata. È invece già possibile sfruttare i nuovi pulsanti del telecomando, come Cerca e Primafila, per un accesso immediato alle funzionalità più richieste di Sky.

Il decoder visto da fuori

Esteticamente, il decoder My Sky HD Humax si presenta con linee più squadrate rispetto al passato. Al centro c’è il LED che si illumina a seconda della funzionalità attivata; è rosso durante la registrazione o il download di un programma, ed è invece blu quando il decoder è in modalità stand-by a basso consumo.
Scopri Sky TV + Calcio + Famiglia
Intorno c’è un altro LED circolare, che si illumina ruotando quando vengono riprodotti i programmi registrati o scaricati dal catalogo ed è invece fisso quando il decoder è in stand-by. A destra c’è anche il logo di Sky, che si accende quando l’apparecchio è in funzione.

Sul retro, il decoder My Sky presenta tutte le porte necessarie per sfruttarlo: l’ingresso Smart Card (la carta va inserita con il chip dorato rivolto verso il basso), l’ingresso dell’antenna per il digitale terrestre, i due ingressi per l’antenna satellitare (principale e secondario), la porta Ethernet per il collegamento del cavo di rete, l’uscita ottica per il collegamento di impianti Hi-Fi/Home Theatre, l’HDMI per collegare My Sky HD al televisore, l’ingresso Power per ollegare l’alimentatore e infine il tasto Reset.

Le funzionalità del decoder My Sky HD

Dal punto di vista software, il nuovo My Sky HD presenta le consuete funzionalità dei decoder di ultima generazione. In particolare, c’è la pausa in diretta per mettere in pausa qualsiasi programma e riprendere la visione da dove la si è lasciata, quando si vuole; la possibilità di registrare fino a due programmi contemporaneamente, anche mentre se ne guarda un terzo, o registrare intere serie e anche a distanza; la funzione Restart, per vedere dall’inizio i programmi già in onda; e Sky On Demand, che mette a disposizione dello spettatore un’intera videoteca con migliaia di programmi da vedere gratis.

Ovviamente, per accedere ai servizi più avanzati come Restart, Sky On Demand e Vota in Diretta è necessario collegare il decoder My Sky HD a Internet, utilizzando il cavo Ethernet o la connettività Wi-Fi.

Le tariffe di Sky e la tv in omaggio

Queste sono, al momento, le tariffe disponibili per chi si vuole abbonare per la prima volta a Sky e avere anche in omaggio il decoder My Sky:

  • Sky TV + Sky Famiglia: 14,90 euro al mese per 12 mesi e poi 24,90 euro al mese
  • Sky TV + Sky Box Sets: 14,90 euro al mese per 12 mesi e poi 24,90 euro al mese
  • Sky TV + Calcio + Famiglia + HD: 29,90 euro al mese per 12 mesi, poi 44,90 euro al mese
  • Sky TV + Sport + Famiglia + HD: 29,90 euro al mese per 12 mesi, poi 44,90 euro al mese
  • Sky TV + Cinema + Famiglia + HD: 29,90 euro al mese per 12 mesi, poi 45,90 euro al mese

In più, per chi si abbona entro il 24 aprile a una delle ultime tre offerte (Sky TV + Calcio + Famiglia, Sky TV + Sport + Famiglia, Sky TV + Cinema + Famiglia) in omaggio c’è anche una televisione LG da 22” pollici con supporto per l’alta definizione.

Commenti Facebook: