Nuovo accordo tra Enel e Terna per la trasmissione elettrica nel mondo

È stato siglato lunedì scorso a Roma un nuovo accordo tra Enel e Terna, da parte dei rispettivi amministratori delegati dei due gruppi, Francesco Starace e Matteo Del Fante. L’accordo si configura come un Memorandum of Understanding di cooperazione finalizzato a individuare, valutare e sviluppare iniziative integrate e opportunità Greenfield (cioè per la realizzazione di nuovi asset) e/o Brownfield (per l’acquisizione di asset già esistenti) relativi alla reti di trasmissione nei Paesi dove le due società hanno interessi (Italia esclusa).

Enel-Terna
Siglato un Memorandum of Understanding relativo alle reti di trasmissione in altri Paesi

Secondo quanto dichiarato dall’ad di Enel, «lo sviluppo demografico, il ciclo economico e il bisogno di infrastrutture sono elementi che vanno di pari passo. Enel è pronta a supportare la crescita dei Paesi verso i quali ha un interesse strategico o commerciale anche nel campo delle infrastrutture energetiche. In questo senso l’accordo di collaborazione con Terna è molto importante per lo sviluppo di reti e interconnessioni aggiuntive nei Paesi diversi dall’Italia che ne hanno bisogno, soprattutto nel Sud del mondo».

Enel è quindi interessata sia a realizzare nuovi asset che ad acquisirne di già esistenti, tramite società appartenenti al gruppo, relativi allo sviluppo di progetti legati alle reti di trasmissione o connessione in alta tensione, anche integrate con una componente di generazione o distribuzione di energia elettrica.

Dal canto suo, come recita il comunicato stampa, Terna è interessata a fornire la propria collaborazione tecnica rispetto all’analisi del sistema elettrico, alla pianificazione di rete, alla progettazione, esercizio e manutenzione di asset di trasmissione, nonché a valutare l’acquisizione o lo sviluppo di asset di trasmissione nell’ambito di iniziative integrate, il tutto sempre nei Paesi esteri di interesse strategico o commerciale per il gruppo.
Attiva un’offerta Enel Energia
Come rimarca l’ad di Terna Matteo Del Fante, «il Memorandum firmato con Enel è alla base dell’analisi di progetti concreti che verranno studiati in varie parti del mondo. Terna continua ad andare all’estero concentrando la propria attenzione sul core business, che è la trasmissione elettrica. Se partiamo da soggetti come Enel che hanno una presenza importante in tutto il mondo, possiamo portare avanti le attività di trasmissione contribuendo nella progettazione ed eventualmente nella realizzazione di impianti».

Secondo gli accordi del Memorandum of Understanding (la cui durata è fissata in tre anni), nel caso in cui una parte individuasse opportunità di reciproco interesse o di interesse esclusivo dell’altra parte potrà sottoporre le informazioni relative all’attenzione della stessa in via prioritaria. Ogni opportunità verrà valutata in base agli interessi comuni dalle due società. Inoltre, in relazione alle singole opportunità che dovessero formare oggetto di valutazione, ove ne ricorressero i presupposti verranno messe a disposizione le informazioni inerenti le operazioni con parti correlate.

Commenti Facebook: