Nuova batteria iPhone a 29 €: un’App ti dice se puoi averla

Dall’iPhone 6 in su, Apple propone in questi giorni la sostituzione della batteria al prezzo scontato di 29 euro invece di 89 euro, per chiedere scusa del comportamento poco trasparente dell’azienda sul rallentamento software praticato sui vecchi modelli al fine di scongiurare malfunzionamenti. Come si fa, però, a capire se il proprio telefonino ha una batteria che richiede di essere sostituita?

60 euro di sconto per rimediare alle accuse di scarsa trasparenza

Lo scandalo-batteria e la risposta di Apple

Il caso ha tenuto banco per tutta la fine del 2017 nel mondo della telefonia mobile: Apple ha ammesso di aver rallentato artificialmente i vecchi modelli di iPhone con batterie usurate, in modo da non rischiare spegnimenti improvvisi, pagando il prezzo di prestazioni un po’ diminuite. Una soluzione ragionevole, ma che è stata fatta totalmente all’oscuro dei clienti: almeno fino a quando alcuni utenti di Reddit non hanno effettuato degli inequivocabili test prima e dopo la sostituzione della batteria con una nuova di zecca, mettendo a nudo senza possibilità di appello la strategia di Cupertino.

Apple, che ha subito respinto le prevedibili accuse di obsolescenza programmata – non rallenta gli iPhone più vecchi per spingere all’acquisto di nuovi modelli, ma per evitare malfunzionamenti quando un componente fondamentale con la batteria non lavora più come dovrebbe – ha anche chiesto scusa ufficialmente per bocca del CEO Tim Cook, promesso un aggiornamento di iOS per far fronte al problema e soprattutto deciso un piano di sostituzione batteria a prezzi superscontati: 29 euro invece dei consueti 89 euro.
Confronta le offerte di telefonia

Come capire se la propria batteria non va

Per cominciare va subito precisato che il piano di sostituzione riguarda soltanto l’iPhone 6 e i modelli più recenti (quindi anche 6s, 6s Plus, SE, 7, 7 Plus). Inoltre la sostituzione (gratuita nel primo anno di utilizzo, per la garanzia) è scontata solo nel caso in cui si dimostri che la batteria è più usurata di quanto Apple garantisca, cioè all’80% della sua capacità originale per 500 cicli di ricarica.

Ma come si fa a capire se si rientra o meno in questa fattispecie? Basta usare un’applicazione ad hoc, come ad esempio Battery Life, in grado di analizzare lo stato della batteria e fornire un report accurato sulla sua condizione.

In alternativa esistono altri metodi per sincerarsi delle condizioni della batteria: dall’eventuale avviso presente nella sezione “Batteria” delle impostazioni (compare quando lo stato di salute del componente è inferiore al 70%, ed è di fatto la conferma che Apple sta riducendo le prestazioni del dispositivo via software per evitare malfunzionamenti) a software molto più sofisticati che possono venire utilizzati quando il telefonino è collegato a un Mac.

Nel caso in cui il vostro smartphone rientri tra i beneficiari del piano di Apple, basta visitare un Apple Store o, se non ce n’è uno nelle vicinanze, richiedere il ritiro a domicilio dell’iPhone, a un costo di 12,20 euro.

Commenti Facebook: