Nokia Lumia 735: basta con i selfie, è tempo di allfie

Parte la campagna Microsoft per il lancio di Nokia Lumia 735, nuovo smartphone equipaggiato con sistema operativo mobile Windows Phone 8.1, presentato in via ufficiale in occasione dell’edizione 2014 di IFA (Internationale Funkausstellung), la Fiera Internazionale dell’Elettronica andata in scena a Berlino, Germania, dal 5 al 10 settembre scorso. 

Microsoft ha avviato la campagna per il lancio di Nokia Lumia 735
Ogni giorno migliaia di persone sono vittime di selfie tagliati. Ferma la violenza.

Non più selfie, ma allfie. Nessuno sarà lasciato fuori dall’inquadratura. Grazie alla fotocamera frontale Full HD da 5 megapixel e con grandangolo in dote a Lumia 735, uno dei due nuovi modelli di smartphone a marchio Nokia svelati in occasione di IFA 2014. L’altro è Lumia 830.

Scopri Nokia Lumia 735 e Lumia 830

Su queste pagine web, si è dato conto dei consigli per il selfie perfetto forniti, non senza ironia, dagli esperti di Conversations, il blog ufficiale di Nokia, ora parte di Microsoft. È proprio la casa di Redmond ad aver ideato una campagna per il lancio di Lumia 735 che gioca sul termine “selfie” per proporre il passaggio all’esperienza “allfie”.

«Ogni giorno migliaia di persone sono vittime di selfie tagliati. Ferma la violenza», scrive Microsoft, che ha confezionato un Manifesto del “Selfiedrama” e una campagna sociale col il claim “Stop the violence” per fermare, appunto, la violenza del taglio dei componenti di un gruppo in posa di fronte a una fotocamera.

 

 

Sarà Nokia Lumia 735 a porre fine ai “selfiedrama” per regalare soltanto esperienze di “happy #allfie”, promette la casa di Redmond.

 

Manifesto del “Selfiedrama”

Ognuno di noi ha un selfie tagliato nella propria galleria di foto.

Spesso quello scatto che doveva raccontare un momento speciale diventa un’imbarazzante testimonianza di qualcuno che viene lasciato fuori, escluso, dimenticato. 

Abbiamo colto l’occasione del lancio di Lumia 735 per dire basta a questo dramma.

Abbiamo voluto trasformare le esperienze di selfie venuti male in un nuovo modo di scattarsi le foto. 

Vogliamo far provare a tutti l’esperienza #allfie. 

Da qui partiamo dicendo a tutti: o lo fai bene o lascia stare.

Non è più tempo di pensare in piccolo.

Nessun narcisismo digitale, perché siamo più che digitali.

Nessun limite: il nostro spazio è definito da ciò che condividiamo.

E noi siamo qui per condividere quello che non è stato condiviso.

Questa è la generazione #allfie.

Commenti Facebook: