Niente grandi acquisizioni in vista per GDF SUEZ Energie

Sono state smentite le tante voci che prevedevano grosse acquisizioni da parte di GDF SUEZ Energie per un totale di venti miliardi di dollari. E a negare la strategia è stato proprio l’amministratore delegato Gerard Mestrallet, parlando ai giornalisti a Parigi. Secondo le indiscrezioni che erano filtrate, il progetto originario di GDF SUEZ Energie era quello di prendere il controllo della canadese Talisman Energy, ma di fronte al rifiuto dello scorso dicembre l’utility francese aveva cominciato a valutare possibili altre acquisizioni di grande entità, tra cui la statunitense AES Corp.

Gdf Suez
L'amministratore delegato nega le voci su Talisman

Mestrallet ha smentito tutto formalmente, ma secondo quello che risulta a Reuters il prezzo offerto da GDF SUEZ Energie è stato troppo basso, con minime possibilità di essere accettato. L’acquisizione di Talisman avrebbe rafforzato la presenza di GDF SUEZ Energie nei paesi ad alto sviluppo del Sud America e Asia.

L’amministratore delegato ha parlato piuttosto di progetti di espansione fuori dall’Europa tramite la crescita organica del gruppo ed eventuali, sporadiche acquisizioni di media grandezza. Per compensare la domanda stagnante di energia in Europa, GDF SUEZ Energie ha investito in Paesi come il Marocco, il Sud Africa e la Mongolia.
Confronta offerte GDF SUEZ Energie
Gerard Mestrallet ha inoltre aggiunto che la società non ha alcuna intenzione di aprire una IPO per Cofely, il suo brand dell’efficienza energetica leader in Europa, considerato un asset strategico per il gruppo nato nel 2008 dalla fusione di Gaz de France e Suez.

Commenti Facebook: