Nevicata in Emilia, i numeri del blackout secondo Enel

Un evento meteo eccezionale. Questo il parere di Enel a proposito della nevicata sull’Appenino che qualche giorno fa ha lasciato senza energia elettrica migliaia di famiglie, a causa soprattutto della caduta degli alberi sulle linee elettriche e dei manicotti di ghiaccio di dimensione fuori dalla norma sui conduttori.

Blackout copia
In pochi giorni si sono registrati il 20% degli interventi medi annui

Le aree critiche, in particolare, sono state quelle del reggiano-modenese, dell’Appennino bolognese e della Romagna. Come ha ricordato Paolo Paternò, responsabile operativo per Emilia-Romagna e Toscana di Terna Rete Italia, «la ripresa del servizio elettrico è avvenuta entro 6 ore in Romagna e nel reggiano-modenese; nell’Appennino bolognese, invece, sono occorse circa 13 ore per tornare alla normalità, con l’eccezione dell’area del Brasimone, che ha richiesto uno sforzo ulteriore».

Enel ha registrato in totale 16 guasti in cabine dell’alta tensione, 415 linee di media tensione interessate da guasti, 1.396 interventi per il ripristino: in pochi giorni, insomma, il 20% degli interventi medi annui. Su 2,5 milioni di clienti, 200mila circa sono stati interessati dai disservizi.
Vai a Semplice Luce Enel »
Per evitare simili disagi in futuro, Enel ha proposto «di migliorare la manutenzione preventiva delle piante ‘fuori fascia’ di rispetto, ottimizzare i flussi informativi gi esistenti (con Prefetture e Protezione civile, innanzitutto), e programmare una esercitazione annuale che simuli un evento rilevante di danno al servizio elettrico».

Commenti Facebook: