Mutuo e polizza assicurativa: attenzione ai contratti bancari

Talvolta gli accordi tra banche ed assicurazioni possono creare insidie nei contratti bancari, ecco perché bisogna prestare attenzione alla concessione di un mutuo con contestuale sottoscrizione di polizza assicurativa. L’Ivass, Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, rammenta ai consumatori le modalità e i tempi per l’esercizio del potere di recesso, e come comportarsi in presenza di clausola vessatoria.

L'Ivass ricorda ai consumatori il diritto di recesso. Cosa fare in presenza di clausola vessatoria

Quando una banca concede un mutuo si sa, lo fa sempre con gli interessi. Da qualche tempo però sono presenti sul mercato contratti bancari corredati da polizza assicurativa a protezione del credito, i quali in sede di recesso potrebbero creare qualche problema ai consumatori.La presenza di una clausola vessatoria è sempre in agguato, per questo le norme a tutela dei consumatori devo rimanere punto cardine di riferimento, come ricorda anche l’Ivass.

In un mutuo con polizza assicurativa la banca funge da intermediario della compagnia di riferimento, e in quanto tale percepisce provvigioni sul premio che vanno dal 50 al 75%; la metà degli incassi percepiti in virtù del contratto misto sarà destinata alla copertura del sottoscrivente, mentre l’altra metà rappresenta quanto percepito dall’istituto in qualità di mediatore.

Dov’è l’inghippo?

Spesso i contratti bancari scoraggiano il recesso dalla polizza assicurativa a copertura del mutuo imponendo l’inasprimento dei costi. In questi casi, viene aumentato il tasso contrattuale elevandone lo spread e l’importo della rata di mutuo è ricalcolata comprensivo di maggiorazione. Trattasi di clausola vessatoria? Effettivamente le rigide condizioni poste per il recesso possono creare squilibrio nella posizione contrattuale e rendere ardua la tutela dei consumatori.

Per questi motivi l’Ivass ricorda come in presenza di clausola vessatoria o meno, i consumatori possono esercitare il diritto di recesso dai contratti assicurativi collegati ai bancari alle seguenti condizioni e secondo quanto dettato dall’art. 177 del Codice delle Assicurazioni Private:

  • I contraente può recedere dalla polizza assicurativa entro 30 giorni dal momento in cui è stata stipulata;
  • Le assicurazioni devono informare i consumatori della possibilità di esercitare il diritto di recesso e i relativi termini e modalità devono essere specificati nel contratto di polizza assicurativa;
  • Le assicurazioni entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione relativa al recesso devono rimborsare il cliente del premio corrisposto, al netto del premio goduto.

In attesa di una pronuncia in merito da parte dell’Ivass è consigliabile informarsi preventivamente sul funzionamento della polizza assicurativa a protezione del credito, rivolgendosi sempre esclusivamente ad assicurazioni riconosciute ed abilitate ad esercitare sul territorio nazionale.

Per informazioni e preventivi ci si può rivolgere direttamente al sito Ivass, mentre per una comparazione delle tariffe assicurazioni Rc auto ed Rc moto il presente portale mette a disposizione un sistema di confronto prezzi facile e veloce da utilizzare.
Confronta preventivi RC auto
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: