Mutui Offset: quando collegare il conto corrente al mutuo conviene

Come fare a ridurre le spese per gli interessi del mutuo? Una soluzione potrebbe essere quella di attivare un mutuo offset, ovvero collegare il prestito per acquistare la casa al proprio conto corrente. Il vantaggio starebbe nel fatto che gli interessi attivi del proprio conto corrente porterebbero ad una riduzione di quelli passivi applicati ai mutui.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Molto utilizzati nei Paesi anglosassoni, come la Gran Bretagna, i mutui offset sono oggi ancora poco utilizzati in Italia.

Esistono due tipologie diverse di Mutui Offset, con esprimono altrettanti modi per calcolare la compensazione degli interessi.

Un primo metodo prevede che i tassi d’interesse che maturano sul conto corrente siano uguali a quelli che gravano sul mutuo. In questo modo la somma maturata sugli interessi del proprio conto viene utilizzata per coprire quella generata dal prestito per acquistare casa. Bisogna, tuttavia, stare attenti alla tassa del 20% che grava sui tassi dei conti correnti e che può rendere questa tipologia di mutui offset meno conveniente dell’altra tipologia.

La seconda variante di mutuo offset, invece, impone il fatto che gli interessi sul mutuo vengano calcolati sulla differenza tra il capitale che rimane da pagare per il mutuo e la giacenza media che c’è sul conto. Ad esempio se dobbiamo ancora estinguere 200.000 euro per il nostro mutuo e la giacenza media sul conto è di 50.000 euro allora gli interessi dovranno essere calcolati sulla somma di 150.000 euro.

Che banca e IW Bank sono due istituti che propongono quest’ultima modalità di mutuo.

Vai al conto corrente Che Banca

Commenti Facebook: