Mutui e finanziamenti: le assicurazioni sono obbligatorie?

Chi l’ha detto che le assicurazioni legate a mutui e finanziamenti sono obbligatorie? L’incontro tenutosi il 5 giugno scorso tra Ivass e Banca d’Italia, è diretto a correggere il tiro su alcune criticità riguardanti le polizze abbinate ai prestiti. Le soluzioni assicurative proposte dagli istituti, sono spesso presentate ai consumatori forzosamente, come condizione preliminare al finanziamento, pur essendo facoltative. Questo e molto altro va a discapito di famiglie ed imprese. Di seguito, l’approfondimento.

Tavola rotonda Banca d'Italia Ivass. Presto soluzioni per alleggerire il carico delle polizze
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Le piccole e medie imprese, così come le giovani famiglie, fanno fatica ad accedere a mutui e finanziamenti, soprattutto a causa delle garanzie richieste per la stipula del contratto. Un lavoro sicuro, un contratto a tempo indeterminato, entrate certe: sono questi i requisiti essenziali per accedere ad un prestito, sia per quel che riguarda i nuclei familiari che gli imprenditori. Ad aggravare il carico poi, ci sono le assicurazioni, polizze presentate come condizioni obbligatorie per l’accettazione della domanda.
Scopri i migliori prestiti online
Per fortuna, Ivass e Banca d’Italia, sono intervenute a tutela dei consumatori, discutendo, nell’incontro tenutosi il 5 giugno 2015, sulle possibili linee d’intervento. Numerosi sono i problemi che riguardano il settore: criticità intollerabili, ostacoli a tutti gli effetti per l’accesso al credito. Nella tavola rotonda si è discusso soprattutto della vendita forzosa delle polizze, che pur rimangono (è bene saperlo), prodotti facoltativi. Anche la restituzione del premio pagato e non goduto, in caso di estinzione anticipata dei mutui o finanziamenti è un tasto dolente, su cui gravano ritardi inaccettabili.

Ivass e Banca d’Italia hanno discusso anche della mancata personalizzazione delle polizze. Pare infatti che questo tipo di assicurazioni, previste a tutela del credito bancario o finanziario in caso di decesso o perdita della capacità di restituzione del contraente, non tengano in alcun modo in considerazione le esigenze dei consumatori, e si presentino al pubblico come prodotti standardizzati.

Il settore Rc auto non è estraneo alla carenza di trasparenza. Anche qui l’Ivass, ha comunicato a diversi portali di comparazione preventivi Rc auto la necessità di eliminare l’inclusione automatica di garanzie accessorie che fanno lievitare il costo del premio annuale (o temporaneo). Confrontando i preventivi polizze online infatti, le assicurazioni più economiche devono essere lette attentamente, considerandone il contenuto. Una volta aperto il dettaglio, basta selezionare o deselezionare le garanzie indesiderate per modificare il prezzo.

Compara ora i prezzi con SosTariffe.it!
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: