Mozilla Seabird, non chiamatelo telefono

Forse non vedrà mai la luce ma questo è il dispositivo intelligente del futuro. Mozilla propone la propria idea di comunicazione, Seabird. Non chiamiamolo telefonino, smartphone o tablet.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione anche se, ad oggi, rimane ancora un “concept”, ossia niente di deciso e neanche lontanamente non in produzione.

mozilla-seabird

All’interno del team di Mozilla Labs, si è voluto creare, in piccolo, un dispositivo in grado di sostituire computer fissi e portatili del giorno d’oggi. Puntando sulla virtualizzazione (e proiezione) di tutti i componenti con i quali interagiamo ogni giorno: dalla tastiera allo schermo.

La tecnologia applicata è avanzata e, anche se gia esistente, sicuramente futuristica per la miniaturizzazione raggiunta. Il dispositivo è dotato di due pico-proiettori laterali, che proiettano rispettivamente lo schermo e la tastiera utilizzando la tecnologia infrarossi.

Impressionante anche l’utilizzo dell’auricolare Bluetooth, integrato nel retro del dispositivo, che diventa un motion-controller per navigare e spostarsi attraverso contenuti multimediali e applicazioni, in uno spazio 3D.

Viene anche implementata la tecnologia di ricarica della batteria senza fili. Già operativo e commercializzato da Powermat.

Mozilla completa il proprio concept di terminale intelligente e tuttofare con il sistema operativo Android, una fotocamera da 8 megapixel, jack audio da 3,5 mm e una porta mini-USB.

Senza dimenticare l’eleganza del design, dalle forme avveniristiche tra aereodinamica ed ergonomia. Un capolavoro.

edrà mai la luce ma questo è il dispositivo intelligente del futuro. Mozilla propone la propria idea di comunicazione, Seabird. Non chiamiamolo telefonino, smartphone o tablet.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione anche se, ad oggi, rimane ancora un “concept”, ossia niente di deciso e neanche lontanamente non in produzione.

mozilla-seabird

All’interno del team di Mozilla Labs, si è voluto creare, in piccolo, un dispositivo in grado di sostituire computer fissi e portatili del giorno d’oggi. Puntando sulla virtualizzazione (e proiezione) di tutti i componenti con i quali interagiamo ogni giorno: dalla tastiera allo schermo.

La tecnologia applicata è avanzata e, anche se gia esistente, sicuramente futuristica per la miniaturizzazione raggiunta. Il dispositivo è dotato di due pico-proiettori laterali, che proiettano rispettivamente lo schermo e la tastiera utilizzando la tecnologia infrarossi.

Impressionante anche l’utilizzo dell’auricolare Bluetooth, integrato nel retro del dispositivo, che diventa un motion-controller per navigare e spostarsi attraverso contenuti multimediali e applicazioni, in uno spazio 3D.

Viene anche implementata la tecnologia di ricarica della batteria senza fili. Già operativo e commercializzato da Powermat.

Mozilla completa il proprio concept di terminale intelligente e tuttofare con il sistema operativo Android, una fotocamera da 8 megapixel, jack audio da 3,5 mm e una porta mini-USB.

Senza dimenticare l’eleganza del design, dalle forme avveniristiche tra aereodinamica ed ergonomia. Un capolavoro.

Commenti Facebook: