Motorola presenta nuovi prodotti per LTE e WiMax

Motorola, al Mobile World Congress, ha dato ampia visibilità alla divisione Network, presentando diverse novità dedicate alla tecnologia LTE e WiMax.

Per quanto riguarda la tecnologia LTE, Motorola presenta il WBR 700, serie LTE eNodeB, che assicura un maggior numero di connessioni dati e una maggior durata delle sessioni, producendo così un servizio di miglior qualità e un abbassamento dei costi per l’operatore che lo possiede.

Anche la migrazione dal segnale GSM a LTE sarà protetta da una base station radio dual mode, appartenente alla serie di radio CTU8multi con anche EDGE evoluto e LTE su frequenze 900 e 1800 Mhz. Questa serie di radio potrà supportare fino a 8 operatori GSM o GSM e LTE al fine di facilitare la transazione da una tecnologia all’altra.

La divisione Network non è solo hardware, ma anche servizi, tra cui il nuovo Service Quality Optimization (SQO) che unendo l’SQM (Service Quality Management) alle capacità di Motorola di ottimizzare la rete, aiuterà gli operatori a fornire un’esperienza di navigazione migliore ai propri utenti. Infatti sarà possibile misurare i risultati e confrontarli con gli indicatori di qualità, aggregare i dati degli utenti finali e avere informazioni sull’esperienza degli utenti per poter migliorare il servizio nei loro confronti attraverso un lavoro sulle dimensioni e le risorse della rete.

Per quanto riguarda la tecnologia WiMax, Motorola si conferma leader del mercato mondiale, attraverso la stipula di un secondo contratto con l’operatore FITEL (First International Telecom), per la copertura della parte settentrionale di Taiwan.

orola, al Mobile World Congress, ha dato ampia visibilità alla divisione Network, presentando diverse novità dedicate alla tecnologia LTE e WiMax.

Per quanto riguarda la tecnologia LTE, Motorola presenta il WBR 700, serie LTE eNodeB, che assicura un maggior numero di connessioni dati e una maggior durata delle sessioni, producendo così un servizio di miglior qualità e un abbassamento dei costi per l’operatore che lo possiede.

Anche la migrazione dal segnale GSM a LTE sarà protetta da una base station radio dual mode, appartenente alla serie di radio CTU8multi con anche EDGE evoluto e LTE su frequenze 900 e 1800 Mhz. Questa serie di radio potrà supportare fino a 8 operatori GSM o GSM e LTE al fine di facilitare la transazione da una tecnologia all’altra.

La divisione Network non è solo hardware, ma anche servizi, tra cui il nuovo Service Quality Optimization (SQO) che unendo l’SQM (Service Quality Management) alle capacità di Motorola di ottimizzare la rete, aiuterà gli operatori a fornire un’esperienza di navigazione migliore ai propri utenti. Infatti sarà possibile misurare i risultati e confrontarli con gli indicatori di qualità, aggregare i dati degli utenti finali e avere informazioni sull’esperienza degli utenti per poter migliorare il servizio nei loro confronti attraverso un lavoro sulle dimensioni e le risorse della rete.

Per quanto riguarda la tecnologia WiMax, Motorola si conferma leader del mercato mondiale, attraverso la stipula di un secondo contratto con l’operatore FITEL (First International Telecom), per la copertura della parte settentrionale di Taiwan.

Commenti Facebook: