di

Modello F24, come compilarlo e quando serve

E' necessario, ai fini di rispettare i propri obblighi fiscali, conoscere tutte le fasi del procedimento di versamento di tributi. A questo scopo è fondamentale essere familiarizzati con il Modello F24, come compilarlo e quando serve il modello più utilizzato dai contribuenti per il versare le tasse. Ecco una nostra piccola guida al riguardo.

Modello F24, come compilarlo e quando serve

Il modello F24, come compilarlo e quanto serve? Questo documento, innanzitutto, va utilizzato da titolari e non di partita IVA per il versamento delle tasse, ovvero tributi, contributi e premi. Il modulo consente anche di compensare eventuali crediti vantati nei confronti del Fisco. In maniera molto semplice e chiara, dall’importo finale da versare vengono automaticamente detratti eventuali rimborsi. Qui è possibile scaricare il Modello F24 per consultarlo bene.

Quando serve il Modello F24?

Il modello F24 serve, innanzitutto, per versare le principali imposte sui redditi (IRPEF, IRES), IVA, IRAP, nonché le tasse sugli immobili IMU, TARES, TARI e TASI. I diversi tributi possono essere versati impiegando un unico modello, compilando naturalmente la sezione interessata.

E’ possibile consultare sul sito dell’Agenzia delle Entrate l’elenco completo dei tributi e contributi che si possono versare tramite il modello F24.
Migliori conti correnti per risparmiare »

Come compilare il modello F24

Grazie alla sua organizzazione per sezioni, compilare il modello F24 non è affatto difficile. In particolare si distinguono i seguenti campi:

  1. Contribuente: ovvero i dati identificativi (nome, cognome, codice fiscale);
  2. Sezione Erario: questa sezione si compila al momento del versamento di imposte dirette, IVA, ritenute alla fonte e altri tributi ed interessi. Per ogni versamento, dobbiamo indicare il codice tributo, il periodo di riferimento e l’importo;
  3. Sezione INPS: qui vanno inseriti eventuali contributi INPS dovuti dai datori, dai committenti di prestazioni di collaborazione con obbligo di iscrizione alla gestione separata e dai titolari di contratti di associazione in partecipazione;
  4. Sezione Regioni: comprende fondamentalmente le imposte regionali come IRAP e l’addizionale regionale, che vanno compilati insieme all’anno di riferimento, l’importo da pagare, l’identificativo del tributo e l’indicazione della Regione di riferimento (la Tabella T0 con i codici delle Regioni è reperibile sul sito delle Entrate);
  5. Sezione IMU e altre tasse e tributi locali (TASI, TARI, TARES, etc): qui va indicato anche il proprio codice comune e il numero di immobili a cui è riferito il versamento.
  6. Sezione Altri Enti Previdenziali e Assicurativi: per indicare il versamento dei premi assicurativi INAIL, previsti per i datori di lavoro (o dagli artigiani) soggetti all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Come fare il pagamento con il modello F24?

Qui c’è differenza tra cui è titolare di partita IVA e chi non. In particolare:

Non titolari di partita IVA: si può fare il versamento in forma cartacea per cifre inferiori a 1.000 euro e purché nell’F24 non siano previste compensazioni. Basta presentare il modello presso uno sportello qualsiasi di Equitalia, banca o ufficio postale. Quando ci siano compensazioni o saldo zero bisogna effettuare il pagamento in via telematica (Fisconline ed Entratel) oppure tramite i servizi di internet banking del conto corrente di banche convenzionate con le Entrate e Poste Italiane.

Titolari di partita IVA: tutti i versamenti vanno effettuati esclusivamente in via telematica, in maniera:

  • tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline ed Entratel) o internet banking, direttamente da parte del contribuente;
  • tramite un intermediario abilitato ai servizi Entratel (commercialisti, CAF, associazioni, etc).

Abbiamo visto il modello F24, come compilarlo e quanto serve, evidenziando che non si tratti di una procedura per niente difficile. Per maggiori comodità però è possibile utilizzare un portale online come questo per compilare il documento semplicemente dal web e stamparlo in pdf.