Modelli 730 e Unico precompilati: la guida online

Si avvicinano le scadenze per presentare i modelli 730 e Unico precompilati, per questo l’Agenzia delle Entrate, con fine di agevolare i contribuenti, ha messo a disposizione una guida online. Le nuove dichiarazioni possono essere accettate così come sono oppure modificate e integrate prima dell’invio. Quali sono le novità 2016 e come funziona il portale di assistenza? Ecco le risposte.

L'Agenzia delle Entrate assiste i contribuenti. Ecco le novità 2016

Le scadenze relative alla dichiarazione dei redditi sono alle porte e gli italiani iniziano a raccogliere la documentazione utile da presentare al Caf, al commercialista o da inoltrare in completa autonomia all’Agenzia delle Entrate grazie alla novità 2016: la guida online ai modelli 730 e unico precompilati. Vediamo di cosa si tratta.
Confronta mutui online

Modelli 730 e Unico precompilati: le novità 2016

Quest’anno i contribuenti possono inoltrare la dichiarazione dei redditi anche senza ricorrere ai Caf o ai commercialisti, basta consultare la sezione assistenza presente sul portale Agenzia delle Entrate. Si tratta di una vera e propria guida dedicata ai lavoratori, pensionati o liberi professionisti che avendo superato il limite di esenzione per reddito fissato a 5.000 Euro, devono dichiarare le proprie entrate (ma anche le uscite nel caso in cui si vogliano sfruttare deduzioni e detrazioni).

Dal sito Internet delle Entrate i modelli precompilati possono essere inviati via web in forma semplificata, accettando il 730 senza esibire le ricevute e senza controlli documentali (per l’Unico invece non sono previste le stesse agevolazioni).

Nella precompilazione, oltre ai redditi di lavoro dipendente e pensione, ritenute, acconti, premi assicurativi, interessi sui mutui, contributi previdenziali sono state inserite anche spese sanitarie e universitarie con i relativi rimborsi, spese funebri, contributi versati alla previdenza complementare. Il Fisco elaborerà online i dati e calcolerà le imposte da pagare o il rimborso da incassare.

In ogni caso il contribuente dovrà verificare l’esattezza e la completezza dei dati e, se necessario, modificarli ed integrarli. Se si accetta il modello 730 precompilato (direttamente o tramite il sostituto d’imposta) i contribuenti non sono sottoposti a verifiche inerenti le spese indicate, i cui dati sono stati forniti all’Agenzia delle Entrate da medici e strutture sanitarie, università, banche, assicurazioni enti previdenziali e imprese di pompe funebri.

Se invece il modello viene presentato (con o senza modifiche) tramite Caf o commercialista, l’Agenzia di riserva di effettuare i controlli presso le loro sedi.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

La guida online

L’assistenza fornita dall’Agenzia delle Entrate ai cittadini è rappresentata dalla guida online in continuo aggiornamento. I modelli 730 e unico precompilati saranno disponibili a partire da oggi, 15 aprile e potranno essere inviati per via telematica dal 2 maggio 2016. Ciò non toglie che i contribuenti potranno continuare a presentare le dichiarazione dei redditi in modo ordinario, rivolgendosi a Caf o altri professionisti, ma si stima che gli italiani che utilizzeranno la precompilazione saranno 30 milioni.

Ai nuovi modelli si accede dall’indirizzo Infoprecompilata.agenziaentrate.it con il Sistema Pubblico per l’Identità Digitale e con le credenziali rilasciate dal Sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA). Oltre ad una breve presentazione delle principali novità 2016, all’interno della propria area i contribuenti troveranno tutte le informazioni utili per compilare, integrare o modificare i modelli 730 e Unico precompilati ma anche una spazio di assistenza che si aggiunge alla sezione Faq.
Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: