Mobile Proximity Payment: i pagamenti NFC targati Banca Intesa e MasterCard

E’ stato lanciato in Italia un nuovo servizio di pagamento attraverso il cellulare, “Mobile Proximity Payment”, che sfrutta lo standard NFC (Near Field Communication), sempre più presente anche nei nostri paesi, dopo la sua affermazione in Estremo Oriente. Il servizio nasce grazie all’accordo tra Banca Intesa e MasterCard e consente agli utenti di acquistare prodotti e servizi utilizzando il cellulare in POS abilitati.

Niente più denaro in contanti, quindi, ma neppure carte di credito, ricaricabili o bancomat: tutto viene gestito dal cellulare, con la massima semplicità. Banca Intesa presenta Mobile Proximity Payment come l’evoluzione di Move and Pay, la piattaforma di pagamenti in mobilità del gruppo bancario, e punta ad offrire un servizio stabile e completo in pochissimo tempo, per anticipare la concorrenza più agguerrita in questo settore emergente.

Mobile Proximity Payment è ancora in fase di sperimentazione: circa 600 clienti di Milano e Torino stanno partecipando in queste settimane alla fase di test. Ogni utente è stato dotato di un kit che comprende una Extended SIM Nòverca, una carta prepagata Superflash e uno telefonino Samsung Celtic Wave 578, compatibile con la tecnologia NFC.

Commenti Facebook: