Microsoft rinuncia ai propri smartphone Kin

Microsoft ha deciso di sospendere la commercializzazione degli smartphone Kin One e Kin Two, a causa dei risultati di vendita sconcertanti. Salta quindi l’arrivo in Italia con Vodafone.

Da Redmond arriva la notizia che tutti gli sforzi si sarebbero focalizzati sul lancio di Windows Phone 7: tutte le persone che hanno lavorato a Kin si sarebbe unito al team di Windows Phone 7 per unire tutti i vantaggi di Kin nella nuova versione di Windows Phone 7 che dovrà competere con iOS e Android.

Questa decisione permetterà di unire le risorse e concentrarsi sul lancio autunnale di Windows Phone che segnerà il destino di Microsoft nel settore mobile. Inoltre, avere troppi sistemi operativi, disperderebbe le energia nello sviluppo, nel mantenimento e nelle applicazioni terze.

Verizon negli Stati Uniti continuerà a vendere i socialfonini Kin: proprio per cercare di risollevare le vendite (meno di mille terminali venduti) il carrier americano ha tagliato il prezzo del 50% per l’acquisto del telefono (da 100 a 50 dollari).

Tuttavia la manovra non riuscirà a a risollevare le sorti dello smartphone Microsoft: nonostante il prezzo di acquisto sia sceso sensibilmente rimane ancora l’obbligo di sottoscrizione di un contratto biennale dal costo di circa 2000 dollari.

a deciso di sospendere la commercializzazione degli smartphone Kin One e Kin Two, a causa dei risultati di vendita sconcertanti. Salta quindi l’arrivo in Italia con Vodafone.

Da Redmond arriva la notizia che tutti gli sforzi si sarebbero focalizzati sul lancio di Windows Phone 7: tutte le persone che hanno lavorato a Kin si sarebbe unito al team di Windows Phone 7 per unire tutti i vantaggi di Kin nella nuova versione di Windows Phone 7 che dovrà competere con iOS e Android.

Questa decisione permetterà di unire le risorse e concentrarsi sul lancio autunnale di Windows Phone che segnerà il destino di Microsoft nel settore mobile. Inoltre, avere troppi sistemi operativi, disperderebbe le energia nello sviluppo, nel mantenimento e nelle applicazioni terze.

Verizon negli Stati Uniti continuerà a vendere i socialfonini Kin: proprio per cercare di risollevare le vendite (meno di mille terminali venduti) il carrier americano ha tagliato il prezzo del 50% per l’acquisto del telefono (da 100 a 50 dollari).

Tuttavia la manovra non riuscirà a a risollevare le sorti dello smartphone Microsoft: nonostante il prezzo di acquisto sia sceso sensibilmente rimane ancora l’obbligo di sottoscrizione di un contratto biennale dal costo di circa 2000 dollari.

Commenti Facebook: