Metroweb, Telecom punta subito al 51%

Niente da fare, ancora una volta, per un ingresso di Telecom Italia in Metroweb con quota di minoranza, destinata poi ad aumentare di pari passo con il completamento del piano di investimenti. A rilanciare l’idea era stato in un’intervista a Repubblica Franco Bassanini, presidente di Cassa Depositi e Prestiti, che aveva fatto notare come un ingresso di maggioranza dell’operatore sarebbe stato probabilmente male accolto dall’Antitrust.

Metroweb copia
Il gruppo continua a essere contrario all'ipotesi "condominio"

L’ipotesi “condominio” della condivisione con altri operatori per la fibra ottica di Metroweb, però, proprio non piace a Telecom Italia, e la proposta di Bassanini è stata ancora respinta.

È proprio Repubblica a riportare la risposta del gruppo guidato da Marco Patuano, che ha bisogno di controllare la maggioranza di Metroweb perché la rete rappresenta il suo core business che deve essere consolidato nel gruppo.
Scopri TuttoFibra
Secondo il quotidiano, negli incontri tra Patuano e Bassanini l’amministratore delegato di Telecom Italia ha provato a proporre una road map degli investimenti decisa di comune accordo per poter ottenere subito il 51%, ma la trattativa si è interrotta di fronte alla risposta negativa di Cdp.

Sono ancora distanti, dunque, le posizioni tra le parti, mentre a breve potrebbero essere fatti dei passi avanti con gli altri operatori, cioè Vodafone e Wind (che a sua volta sarebbe vicina alla fusione con Tre); si aspetta proprio in questi giorni la definizione della loro posizione per un eventuale ingresso in Metroweb.

Commenti Facebook: