Mete economiche estate 2020: quali sono e come trovare le migliori offerte

Con voli low cost si può viaggiare in Europa ad Agosto a meno di 60 euro. Ecco le 10 mete turistiche meno costose per l’estate 2020, le soluzioni descritte tengono conti dei prezzi andata e ritorno da Milano. Non dimenticatevi di stipulare una delle migliori assicurazioni viaggio per evitare spese impreviste e brutte sorprese durante le vacanze

Vacanze economiche 2020: le migliori offerte

Uno dei sistemi più semplici per capire quali saranno le mete meno costose dell’estate 2020 è quella di usare Skyscanner e la sua opzione Qualsiasi meta impostando le date che vi interessano. Lo strumento confronterà tutte le soluzioni caricate dalle compagnie e individuerà quelle con i prezzi più bassi per la stagione desiderata.

Un’ottima risorsa per trovare informazioni sono anche i blog specializzati in viaggi e, sorpresa, i siti delle compagnia che offrono l’rc viaggio. Già a Dicembre 2019 le compagnie low cost come EasyJet, Ryanair, AirItaly, Wizz, ecc hanno lanciato le offerte estive e i biglietti  scontati. Se ve li siete persi potete anche usare le agenzie fisiche e online che avranno creato dei pacchetti ad hoc per diverse mete e tasche.

Come viaggiare senza preoccupazioni

Prima però è bene che mettiate in conto che l’assicurazione viaggio, da molti ritenuta una spesa inutile, potrebbe rivelarsi molto conveniente. Le migliori polizze viaggio prevedono assistenza telefonica 24 ore su 24, vi coprono in caso di furto o smarrimento del bagaglio e in caso di ritardi o cancellazioni dei voli.

Altro elemento fondamentale delle assicurazioni più vantaggiose sono le condizioni di copertura sanitaria. Ad esempio Coverwise, Axa o Columbus in caso di ricoveri e per interventi sanitari e chirurgici hanno dei tetti massimi di spesa di diversi milioni. Spesso con delle polizze di questo tipo in caso di incidenti imprevisti si riescono a risparmiare dei costi ospedalieri esorbitanti.

Le mete più economiche per l’estate 2020

Affidiamoci a Skyscanner e iniziamo a valutare quale potrebbe essere la classifica delle mete più economiche del 2020. Impostiamo le date dal 17 Agosto al 30 Agosto, in genere dopo Ferragosto c’è un primo crollo dei prezzi, e poi diamo come indicazione di aeroporto di partenza Milano.

I risultati mostrano come con meno di 60 euro si possano raggiungere alcune delle più importanti capitali europee. Nel mese di Gennaio già per andare ad Atene o in Portogallo servono tra i 120 e i 150 euro. Chi seleziona le mete in base al budget a disposizione si trova spesso nella condizione di fare dei viaggi più originali e meno turistici rispetto a quelli preferiti dalle masse. E magari poi al mare andrà a Settembre.

1. Austria

La meta più economica è Vienna, almeno se ci si basa sul volo andata e ritorno. Una persona nel periodo selezionato spenderebbe solo 43 euro per andare da Milano nella capitale austriaca e tornare. Cosa fare 15 giorni in Austria? La nazione ospita sette siti che sono patrimonio dell’Unesco, come le montagne di Hallstatt-Dachstein e Salzkammergut o il centro della città di Vienna.

Per gli amanti della musica ci sono di continuo manifestazioni e festival, soprattutto di musica classica e dedicati a grandi compositori come Mozart, Strauss e Mahler. Per i romantici e gli appassionati di principi, principesse e castelli c’è poi tutto un percorso dedicato a Sissi e Franz. Concentrare il viaggio nella sola capitale potrebbe far lievitare un po’ i costi e rivelarsi noioso, ma spostandosi in montagna e approfittando delle piste ciclabili e dei percorsi di trekking potreste costruire la vostra vacanza lontano dalla città e dallo stress.

2. Belgio

Al secondo posto con un volo a/r per Bruxelles a 52 euro. Birra, patatine e cioccolata non possono mancare in un tour per le città belghe. Da Gent a Ypres il giro che si può costruire è particolarmente adatto agli amanti della Storia ci sono i percorsi sulle Ardenne o la visita della città di Carlo V.

Non mancano altrimenti i musei e i percorsi artistico letterari, ad esempio sulle tracce di Victor Hugo, o quelli che vi porteranno dalla torre di Belfort, uno dei patrimoni dell’Umanità al Museo di Belle arti di Bruxelles dove sono esposti alcuni tra i maggiori pittori fiamminghi del ‘600.  Oppure si può sconfinare nelle vicine Francia, Olanda e Germania.

3. Lussemburgo

In questo caso l’economicità dei voli, appena 53 euro andata e ritorno non corrisponde ad un altrettanto vantaggioso soggiorno. La città di Lussemburgo poi è anche abbastanza piccola da poter essere usato come base d’appoggio per spostarsi verso il centro Europa e poi muoversi sia all’interno del Granducato che nei paesi vicini. Una delle attrattive da non saltare, se non soffrite di claustrofobia, è il percorso delle Casemates du Bock, 17 km di tunnel che passano sotto la capitale.

Per i medievalisti può essere interessante puntare verso il castello di Viaden, dove si tengono spesso festival e manifestazioni a tema. Altra attività che può incuriosire e meritare qualche giorno delle vostre vacanze è il giro per la Strada del vino, un percorso di 242 chilometri di vigne e piste ciclabili tra Lussemburgo e Germania.

4. Germania

Si potrebbe assolutamente unire i due viaggi, magari arrivare in Lussemburgo e ripartire da Colonia (32.99 euro) o Amburgo (29.99 euro). Se invece la Germania è una meta che vi attrae Colonia è la città che offre il miglior rapporto di prezzi di andata e ritorno su Milano (57 euro), mentre per Berlino i prezzi sono intorno ai 70 euro.

Qui le soluzioni possono essere molte. Ancora una volta un giro in base ai vostri interessi tra le principali città tedesche o una full immersion a Berlino. La capitale offre moltissimi divertimenti, attrazioni e luoghi di interesse artistico culturale, in città è anche possibile muoversi agilmente sia a piedi che con i mezzi pubblici o con le bici. Ad Agosto le temperature possono essere molto elevate, dopo qualche giorno quindi potrebbe essere piacevole spostarsi verso le campagne e godere anche del cibo locale.

5. Italia

C’è anche l’Italia tra le mete più economiche. In particolare da Milano la due mete più economiche sono pari merito Bari e Napoli a 58 euro. In entrambi i casi si sarà vicini ad alcune delle più belle spiagge e isole nazionali e anche il cibo e il vino sono ottimi. Non resta che capire quale tipo di tour si voglia impostare. Uno culturale per le vie di Napoli vedendo il Cristo Velato, Castel dell’Ovo, Palazzo Reale, una gita sul Vesuvio o dirigersi verso la riviera e la costiera amalfitana oppure prendere l’aliscafo per Procida, Ischia o Capri (ma magari non è la meta meno dispendiosa).

Dall’altro lato da Bari vi potrete dirigere verso Ostuni, Polignano a mare. Anche la soluzione di affittare un auto, visti i disastrosi collegamenti interni della Regione, non sarebbe male. Vi consentirebbe di scendere fino alla punta verso Otranto e Santa Maria di Leuca, una delle zone più belle del Salento.

6. Inghilterra

Torniamo in Europa e partiamo alla volta di Londra (60 euro a/r), la capitale è la meta più economica del Regno Unito. Già selezionando Edimburgo come destinazione per le stesse date il costo del viaggio salirebbe a 150 euro. Se amate la città ci sono milioni di cose da fare anche rimandando nella City:

  • Big Bang
  • Tower Bridge
  • gli sklines della zona della London Exchange
  • British Museum
  • Hyde Park
  • National Gallery
  • Buckingham Palace
  • Sant Paul’s Cathedral
  • Westminister

E la lista sarebbe ancora lunga. Se invece siete già stati nella Mela potete dedicarvi a dei tour meno popolari o approfittarne per un viaggio nelle highlands scozzesi.

7. Spagna

Tutt’altro clima e paesaggio per chi si orienti sulla Spagna. Anche qui al momento i prezzi non sono ancora stellari. Saragozza è la più economia a 62 euro a/r, segue Barcellona a 81 euro, per Madrid e Alicante invece si sale oltre i 90 euro. In ogni caso comunque sono ancora offerta abbordabili, sopratutto perché poi per il soggiorno e il cibo è facile contenere le spese.

8. Francia

Parigi è uno delle capitali che si può raggiungere spendendo meno nel 2020, solo 65 andata e ritorno dal 17 al 30 Agosto. La città però ha dei prezzi più alti di Berlino e della capitale spagnola sia come vitto che per l’alloggio. Il Louvre in questo caso è una tappa obbligata, così come il Centre Pompidou e anche il quartiere di Montmartre e la Basilica del Sacro Cuore.

9. Olanda

Siamo in conclusione della classifica delle 10 mete più economiche e ci spostiamo verso Nord a Copenaghen (68 euro). L’Olanda può contare sulla Sirenetta, sulla magia della favole di Andersen e sulla sua rete canali e la sua vivacità architettonica. Qui i costi di soggiorno sono abbastanza alti a meno che non si scelga di stare in ostello o magari di spostarsi verso la periferia.

10. Repubblica Ceca

Praga chiude questa classifica con i 70 euro necessari per un volo a/r dall’Italia. La Repubblica Ceca per parte sua ha il Duomo di Praga, la Malá Strana (ricostruita da artisti e architetti italiani dopo un incendio che la distrusse nel ‘500), la Cattedrale di San Vito e molto altro.

 

 

 

Commenti Facebook: