Meno sinistri in Italia ma le tariffe Rc auto non calano

Secondo i dati del Dipartimento di Pubblica Sicurezza aggiornati al 21 dicembre 2014 si sono registrati in Italia 4.671 incidenti in meno rispetto al 2013. Ciò significa anche un calo dei casi di lesione in seguito a sinistro (3.621 feriti in meno) e una diminuzione dei sinistri mortali. Secondo lo Sportello dei Diritti però c’è un dato inquietante che riguarda le tariffe Rc auto.

Lo Sportello dei Diritti segnala. Scende il rischio incidenti in italia ma le assicurazioni non cambiano

In Italia scende il numero dei sinistri, delle lesioni e delle vittime della strada. I numeri riferiti dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza in base ai dati raccolti nel 2014 da Polizia e Carabinieri parlano chiaro: 4.671 sinistri in meno rispetto al 2013, – 3.261 feriti e 64 vite salvate (-3,6% rispetto all’anno precedente).

Al bilancio incoraggiante relativo ai sinistri non seguono però dati confortanti relativi alle assicurazioni. Ne parla lo Sportello dei Diritti in una nota di commento: ” Non si può essere ancora soddisfatti ed esultare quando si parla di decine di migliaia di vittime che ancora subiscono lesioni o la morte a seguito di sinistri stradali, ma ciò che emerge è un dato inquietante indiretto che non trova alcuna spiegazione se non nella logica del profitto “.

Insomma: le tariffe Rc auto non accennano a calare, e ciò che è più grave secondo lo Sportello dei Diritti è la circostanza che un calo così netto dei rischi non comporti automaticamente la diminuzione dei prezzi. Dove trovare un’assicurazione economica allora?

Il primo passo è confrontare le tariffe Rc auto online grazie al comparatore di prezzi.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: