Meno costi per bancomat e carte: le novità dal Parlamento Europeo

Il Parlamento Europeo sta per dare il via libera a un provvedimento che varerà un limite alle commissioni interbancarie: i costi per l’utilizzo delle carte non potranno così eccedere lo 0,3% per quelle di credito, e lo 0,2% per quelle di debito. Non tutti, ovviamente, sembrano essere favorevoli.

Abbattimento in vista per le commissioni delle carte di credito e bancomat
Abbattimento in vista per le commissioni delle carte di credito e bancomat

Secondo quanto diramato in sede comunitaria, attraverso un simile provvedimento il Parlamento Europeo vorrebbe incrementare la concorrenza di settore, contribuendo ad incentivare l’utilizzo della moneta non cartacea. Una volta in vigore, i limiti di cui sopra si applicheranno sia alle transazioni domestiche che a quelle transnazionali, con un risparmio complessivo ancora da determinarsi, ma che si preannuncia essere molto consistente, all’interno di un mercato che “vale” 10 miliardi di dollari.

Confronta i conti correnti»

Non tutti sembrano comunque essere felici di questa ventata di novità. L’Abi – Associazione bancaria italiana – segnala in proposito che senza le commissioni interbancarie il costo delle carte di pagamento (bancomat e carte di credito) legate al conto corrente potrebbe aumentare, a discapito dei possessori. Per tale motivo l’istituto si augura che la Commissione Europea non proceda in un senso di riduzione o eliminazione di tali oneri.

Anche le associazioni dei consumatori sembrano fiutare il rischio: per mantenere elevato il sistema di sicurezza transazionale, è infatti probabile che le banche possano compensare i minori introiti commissionali da un incremento dei costi degli strumenti…

Commenti Facebook: