Memoirs: start up italiana che renderà i messaggi di Whatsapp un libro

Memoirs è la start up italiana che renderà Whatsapp un libro. Sì, finalmente potremmo leggere in modo fluido e compatto tutte le nostre tracce, le nostre memorie, i nostri vecchi messaggi di Whatsapp, tutti all'interno di un unico volume. Stiamo parlando di Memoirs un altro interessante esempio di come anche in Italia l'innovazione digitale non passa di certo inosservata.

Memoirs: start up italiana che renderà i messaggi di Whatsapp un libro

Si sono dette tante cose a riguardo di Whatsapp e gli utenti la usano perché non costa, o meglio costa poco e piace molto; dopo un anno di utilizzo gratuito l’applicazione “regina” della messaggistica internet mobile presenta un abbonamento di certo abbordabile, 0,89 cent all’anno. Successo estremo di Jan Koum e Brian Acton, ex dipendenti di Yahoo, è ormai cosa tangibile anche per chi non possiede uno smartphone. Poi l’acquisto da parte di Facebook, (19 miliardi di dollari, una vera passione per Mark Zuckerberg) fino a raggiungere 500 milioni di utenti attivi negli ultimi mesi, in procinto di raddoppiare a breve.

Ammaliato da tanto splendore, Giacomo Miceli, durante la sua esperienza Erasmus, assieme ai due compagni di avventura Frederico Rocha e Paulo Pinto, hanno deciso di far sorgere Memoirs, niente meno che le nostre memorie su Whatsapp. I tre ragazzi in passato avevano già avuto idee editoriali di una certa originalità. Solo un anno fa i hanno esordito con alcuni curiosi libri creati a partire dai flussi di e-mail e dai post su Facebook, e adesso hanno dato una sterzata all’offerta, andando dritti verso i circa 10 miliardi di messaggi che vengono prodotti da Whatsapp ogni giorno, cifra del resto impossibile da quantificare in maniera precisa per ovvie ragioni.

Le conversazioni online avvengono sempre di più in tempo reale, e ciò che ha spiegato Miceli puntualizzando quanto questi scambi continui di messaggi pur sempre al di sotto di certi standard di qualità, alla fine non tolgano nessun valore alla conversazione che anzi, è certamente parte delle nostre memorie, di un viaggio, di un’esperienza nuova di lavoro, di un’esperienza all’estero, e così via.

Memoirs vuole ricondurci vero l’epistolografia, un genere letterario che più che definire in disuso, si sta forse modernizzando al passo con la nuova era digitale. Del resto Memoirs non è altro che un contenitore che invita gli utenti di tutto il mondo a immaginare e a sognare la propria vita alla stregua di un vero e proprio romanzo scandagliato da messagini, emoticon e altre immagini che nella nostra vita, reale o virtuale che sia, resteranno intatte per sempre.

Confronta Offerte Internet Mobile »

Commenti Facebook: