Mediaset rimborsa i canali non richiesti

L’aumento di 2 euro che aveva introdotto in modo poco chiaro e di dubbia liceità Mediaset Premium, sarà rimborsato. A riportarlo, ancora una volta, è l’attentissmo e attivissimo Massimo Cavazzini che sottolinea come il call center di Mediaset Premium stia chiamando gli abbonati per informarli che nella prossima fattura saranno rimborsati e disattivati i canali non richiesti. Se a questo punto li si vorrà attivi, bisognerà fare una normale richiesta.

L’offerta di Mediaset premium aveva introdotto nuovi canali con un periodo di visione gratuita dell’offerta fino al 31 Gennaio 2010. Dal primo febbraio sarebbero poi stati addebitati 2 euro in più al mese. Il tutto veniva comunicato in un volantino pubblicitario e per disdire e non pagare un servizio non richiesto bisognava mandare raccomandate spendendo di tasca propria o subissare di chiamate i call center.

Il rimborso ovviamente non viene di spontanea volontà: l’Antitrust aveva aperto un’istruttoria (come segnala Andrea, la PS/5411). Come poi fa notare Massimo, “rimane da capire se il rimborso è automatico per tutti o solo per chi si è rivolto all’Antitrust“.

i 2 euro che aveva introdotto in modo poco chiaro e di dubbia liceità Mediaset Premium, sarà rimborsato. A riportarlo, ancora una volta, è l’attentissmo e attivissimo Massimo Cavazzini che sottolinea come il call center di Mediaset Premium stia chiamando gli abbonati per informarli che nella prossima fattura saranno rimborsati e disattivati i canali non richiesti. Se a questo punto li si vorrà attivi, bisognerà fare una normale richiesta.

L’offerta di Mediaset premium aveva introdotto nuovi canali con un periodo di visione gratuita dell’offerta fino al 31 Gennaio 2010. Dal primo febbraio sarebbero poi stati addebitati 2 euro in più al mese. Il tutto veniva comunicato in un volantino pubblicitario e per disdire e non pagare un servizio non richiesto bisognava mandare raccomandate spendendo di tasca propria o subissare di chiamate i call center.

Il rimborso ovviamente non viene di spontanea volontà: l’Antitrust aveva aperto un’istruttoria (come segnala Andrea, la PS/5411). Come poi fa notare Massimo, “rimane da capire se il rimborso è automatico per tutti o solo per chi si è rivolto all’Antitrust“.

Commenti Facebook: