Mediaset Premium, multa per comportamento scorretto

L’Antitrust ha sanzionato Rti (ovvero Mediaset Premium), società controllata da Mediaset, con una multa di 130mila Euro per pratiche commerciali scorrette.

Il procedimento si riferisce alla lettera inviata da Mediaset alla propria clientela nel periodo novembre-dicembre 2009 che informava l’introduzione obbligatoria, con disdetta a carico del cliente, di due nuovi canali Mediaset Premium: Cinema Energy e Cinema Emotion.

programmi-Mediaset_Premium

Secondo l’Antitrust, la comunicazione comportava una modifica contrattuale non resa in forma esplicita e si chiudeva “con un invito a leggere nel dettaglio i particolari delle offerte nella news allegata”.

Tuttavia le modifiche al pacchetto Gallery, con l’introduzione di due nuovi canali Cinema, cambiano sostanzialmente il contratto e comportano un aumento del prezzo dell’abbonamento. La variazione si riperquote sulla validità del contratto e la modifica tariffaria deve essere comunicata senza ambiguità.

Mediaset è corsa ai ripari dopo l’introduzione in modo poco chiara dei due nuovi pacchetti cinema e dopo l’avvio dell’indagine da parte dell’Antitrust ha subito iniziato a rimborsare i clienti per i servizi non richiesti.

L’importo base della sanzione amministrativa per questo comportamento è di 115mila Euro, tuttavia aumentato a 130mila “in considerazione del fatto che la società risulta già destinataria di provvedimenti adottati in applicazione delle disposizioni contenute nel Codice del Consumo”.

Rimangono comunque briciole, come se una persona normale fosse multata di circa 10 centesimo.

ha sanzionato Rti (ovvero Mediaset Premium), società controllata da Mediaset, con una multa di 130mila Euro per pratiche commerciali scorrette.

Il procedimento si riferisce alla lettera inviata da Mediaset alla propria clientela nel periodo novembre-dicembre 2009 che informava l’introduzione obbligatoria, con disdetta a carico del cliente, di due nuovi canali Mediaset Premium: Cinema Energy e Cinema Emotion.

programmi-Mediaset_Premium

Secondo l’Antitrust, la comunicazione comportava una modifica contrattuale non resa in forma esplicita e si chiudeva “con un invito a leggere nel dettaglio i particolari delle offerte nella news allegata”.

Tuttavia le modifiche al pacchetto Gallery, con l’introduzione di due nuovi canali Cinema, cambiano sostanzialmente il contratto e comportano un aumento del prezzo dell’abbonamento. La variazione si riperquote sulla validità del contratto e la modifica tariffaria deve essere comunicata senza ambiguità.

Mediaset è corsa ai ripari dopo l’introduzione in modo poco chiara dei due nuovi pacchetti cinema e dopo l’avvio dell’indagine da parte dell’Antitrust ha subito iniziato a rimborsare i clienti per i servizi non richiesti.

L’importo base della sanzione amministrativa per questo comportamento è di 115mila Euro, tuttavia aumentato a 130mila “in considerazione del fatto che la società risulta già destinataria di provvedimenti adottati in applicazione delle disposizioni contenute nel Codice del Consumo”.

Rimangono comunque briciole, come se una persona normale fosse multata di circa 10 centesimo.

Commenti Facebook: