Maxi bolletta della luce? Ecco come contestarla

Hai ricevuto una maxi bolletta della luce e non sai come contestarla? Oppure hai subito un caso di doppia fatturazione? Il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e Utenti (CRTCU) spiega tutte le modalità per fare i reclami, sottolineando che è imprescindibile contestare in forma scritta al servizio clienti della compagnia fornitrice di energia elettrica, e tenersi altresì una copia del reclamo. Ecco come contestare una maxi bolletta energetica.

Confronta Fornitori Energia Elettrica

che fare in caso di distacco o contratti non richiesti

Per contestare una bolletta della luce esageratamente alta oppure un caso di doppia fatturazione, distacco ingiustificato o contratti non richiesti, il CRTCU spiega che esistono diverse modalità a disposizione dei consumatori.

Quello più importante secondo il Centro di Tutela è spedire per scritto il reclamo con le proprie ragioni al servizio cliente della compagnia che fornisce il servizio, così come conservare una copia dello stesso.

Le società sono tenute a rispondere entro 40 giorni, altrimenti devono pagare un indennizzo al cliente che scatta automaticamente, e che a seconda del ritardo nella risposta va dai 20 ai 60 euro.

Come agire in caso di contratti non richiesti?

Il CRTCU ricorda, inoltre, che nel caso di contratti non richiesti occorre inviare il reclamo indicando che non si ritiene di aver concluso alcun contratto con la società in questione.

Al riguardo, ci tiene a sottolineare che l‘accettazione telefonica di un’offerta energia elettrica e/o gas consiste nella conclusione di un vero e proprio contratto.

Se la nuova compagnia verifica la presenza di un’attivazione illegittima dovrà avviare autonomamente il rientro con il gestore precedente ai sensi della delibera 153/2012/R/com dell’AEEG.

Doppia fatturazione o distacco ingiustificato

Se si tratta di un caso di doppia fatturazione, ovvero si ricevono due bollette da diversi fornitori per uno stesso periodo – e una delle due non è un conguaglio di chiusura contratto- bisogna contestarle entrambe per iscritto prima della loro scadenza.

Il Centro di Tutela consiglia ancora la forma scritta nei casi di distacco ingiustificato della fornitura luce o gas. In questo caso occorre seguire una procedura come da recente delibera 67/2013/R/com dell’AEEG. Leggi il nostro articolo “Non più distacchi luce e gas senza preavviso a partire da domani“.

Sul sito del CRTCU, infine, è disponibile una lettera tipo dedicata ai reclami delle fatture di luce e gas che puoi scaricare direttamente qui Modello contestazione fattura energia elettrica o gas.

Vuoi cambiare il tuo attuale fornitore di energie elettrica e/o gas naturale? Utilizza il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto le migliori tariffe luce o gas e trovare quella che meglio si adatta alle tue esigenze.

Confronta Fornitori Gas

Commenti Facebook: