Massimale RC auto: troppo spesso è sottovalutato

Nella scelta dell’assicurazione RC Auto vanno valutati diversi fattori. Oltre al costo effettivo del premio assicurativo, infatti, vi sono diversi aspetti da prendere in considerazione prima di procedere alla sottoscrizione di un determinato preventivo. Troppo spesso ad essere sottovalutato in fase di scelta è il valore del massimale RC Auto. Ecco perché è importante valutare con attenzione anche questo parametro. 

Tra i fattori da valutare quando si sceglie l'assicurazione auto c'è anche il valore del massimale

Al momento della scelta della migliore assicurazione RC Auto è importante valutare diversi fattori che si affiancano al costo effettivo del premio assicurativo da corrispondere alla compagnia al momento della sottoscrizione di un determinato preventivo. Tra i fattori da tenere in forte considerazione troviamo il massimale dell’RC Auto che rappresenta il valore massimo che una compagnia assicuratrice può risarcire in caso di eventuali danni provati a persone e a cose in seguito ad un sinistro stradale.

La normativa impone un valore minimo per il massimale. Le varie compagnie assicuratrici non possono proporre contratti ai loro clienti con un valore inferiore a quello fissato dalla legge. E’ chiaro però che più il valore del massimale proposto risulterà vicino al valore minimo, tanto più economico sarà il premio che l’assicurato dovrà corrispondere all’assicurazione.

Un massimale più alto comporterà, a parità di tutti gli altri fattori, un costo maggiore dell’assicurazione auto. Nonostante quest’aspetto è importante sottolineare che avere un valore sufficientemente alto del massimale rappresenta una sicurezza maggiore per l’utente che potrà contare, in caso di incidente, su una copertura maggiore da parte della propria compagnia.

Per individuare le assicurazioni auto più convenienti in relazione alle tue esigenze puoi confrontare i preventivi delle migliori compagnie tramite il comparatore di SosTariffe.it dal box qui di sotto:
Scopri le assicurazioni auto più convenienti

In caso di sinistro, al raggiungimento dell’importo da risarcire concorrono diverse spese. Per il calcolo complessivo vanno, infatti, considerati i danni patrimoniali, basati sul reddito di cui la vittima è stata privata, i danni biologici, i danni fisici ed i danni morali. Una volta considerati tutti questi danni verrà, quindi, calcolato l’importo da risarcire. Se questo importo risulterà inferiore al massimale previsto dal proprio contratto RC Auto, la compagnia coprirà le spese. In caso contrario, la cifra eccedente il massimale dovrà essere risarcita dall’utente stesso. 

Commenti Facebook: