Luci di Natale: come scegliere per risparmiare e tutelare l’ambiente

Sono in tanti gli italiani che in questo periodo si preparano ad abbellire la propria abitazione in tema natalizio, utilizzando differenti addobbi tra cui le luci di Natale. Prima però di acquistare una qualsiasi confezione di lucine bisogna essere consapevoli del maggiore consumo energetico che andremo a produrre, con conseguenze pesanti non solo per le tasche ma per l’ambiente. Vediamo come scegliere le luci di Natale per risparmiare e tutelare l’ambiente

luci di natale
Risparmiare sulle decorazioni luminose di Natale si può

Secondo Greenpeace, l’energia elettrica consumata in tutto il mondo per l’illuminazione natalizia basterebbe a coprire il fabbisogno energetico di una città di 1 milione di abitanti nell’ora di punta. Solo in Italia, si stima che andremmo a consumare ben 2 Miliardi e 565 Milioni di Watt, ovvero 2,56 Giga Watt, per illuminare le nostre abitazioni, senza tener conto delle luci di Natale che i comuni utilizzano nelle strade, nei mercatini di Natale, negli edifici pubblici, etc etc.

Si tratta di cifre che dovrebbero farci riflettere all’ora di decidere che tipo di decorazione luminosa sceglieremo per questo Natale 2016: noi ci sentiamo nell’obbligo di consigliare ai lettori più attenti all’ambiente di lasciare perdere le luci di Natale e di scegliere altri addobbi per creare la tanto pregiata atmosfera natalizia.

In ogni caso, è possible decorare l’abitazione con lucine natalizie facendo un occhio all’economia domestica e all’ambiente. Vediamo come.
Offerte Energia Elettrica per risparmiare

Luci di Natale: acquistare solo quelle a LED

Per quanto possa sembrare che acquistare una confezione di tradizionali lucine di Natale al supermercato discount possa farci risparmiare, in realtà è tutto il contrario. Una serie di 100 bulbi incandescenti consuma circa 45 watt, ma la sua efficienza luminosa è solo dell’1,5%: tutto il resto si perde.

Con le più moderne luci a LED il risparmio rispetto le lampadine tradizionali può raggiungere l’80%, con il grande vantaggio di una lunga durata, che ci consentirà di non dover acquistare lucine ogni anno. In più, si accendono subito e vantano un’elevata efficienza luminosa, di anche 20 volte in più rispetto i bulbi incandescenti.

Non c’è comunque scelta: se state per acquistare le lucine di Natale e volete risparmiare, esse devono essere per forza a LED, pur se costino un po’ di più.

Meglio ancora se optate per le decorazioni luminose dotate di piccoli pannelli fotovoltaici: in questa situazioni non c’è alcun consumo di energia elettrica, poiché i raggi solari che raggiungeranno i pannelli durante la giornata saranno sufficienti per tenere accese le lucine durante la notte, ovvero 8-10 ore in funzione dell’energia che avranno ricevuto durante il giorno.

Natale Green: regole di utilizzo

Non basta con scegliere luci di Natale a LED o comunque a basso consumo energetico: è importante usarle con parsimonia. Siate responsabili e non lasciatele accese permanentemente, quando non c’è nessuno a guardarle – oltre che si tratta di una pratica rischiosa, poiché un surriscaldamento degli addobbi potrebbe causare un incendio.

Ideali, da questo punto di vista, sono le lucine a LED dotate da un timer, che consentirà di programmare il momento di accensione delle decorazioni. Stessa situazione per chi ha scelto di collocare lucine in ufficio o azienda: valutate seriamente se vale la pena lasciarle sempre accese.

Quelli che però fanno davvero attenzione all’ambiente opteranno per non utilizzare decorazioni luminose di alcun tipo, poiché per quanto si possa trattare di lucine a basso consumo è sempre meglio non impiegare energia elettrica affatto. D’altronde, può essere molto più accogliente – o romantico, volendo – decorare gli ambienti con candele vegetali (evitiamo quelle tradizionali di paraffina che inquinano e rilasciano un aroma non sempre gradevole) o magari addobbando il caminetto con materiali naturali come legno o diverse stoffe.

Sul web le proposte di addobbi natalizi originali e green abbondano: forse è arrivata l’ora di abbandonare le lucine elettriche, gli alberi di Natale in plastica e le candele inquinanti, adottando pratiche che fanno bene all’ambiente (e alle tasche).

Infine, ricordiamo al lettore che il periodo Natalizio – così come l’estate – è un momento pieno di offerte e promozioni di diverso tipo, anche per quanto riguarda le forniture di energia elettrica e di gas. Per maggiori informazioni è utile consultare il comparatore di SosTariffe.it per le offerte luce, accedibile cliccando il bottone qui sotto.
Scopri le promo dei fornitori luce 

Commenti Facebook: