Luce e gas: diritto di ripensamento

Numerosi clienti, dopo aver segnalato il diritto di recesso entro 10 giorni per l’operatore H3G, chiedono se esiste anche per l’energia elettrica e il gas una simile tutela. Si può disdire il contratto di energia elettrica o del gas senza penali o addebiti grazie al “diritto di ripensamento”.

diritto di ripensamento, come esercitarlo
E' possibile esercitare il diritto di ripensamento e non pagare penali

Come accade per la telefonia, anche nel settore energetico si hanno 10 giorni di tempo dalla data di stipula del contratto (o dalla data di ricezione se è stato effettuato al telefono) se esso è stato sottoscritto fuori dai locali commerciali, su internet o al telefono.

Una garanzia in più per non cedere ai venditori porta a porta che vorrebbero farvi firmare subito. E’ meglio sottoscrivere un contratto via internet con tutti i documenti alla mano e con 10 giorni di tempo in più per verificare la bontà della propria scelta.

Molti stand e banchetti ambulanti (es. nei centri commerciali) propongono senza un’adeguata informativa e cercando di chiudere più contratti possibili, offerte senza dubbio, a parer dei venditori, convenienti ma è davvero difficile verificarne il reale risparmio.

Consigliamo quindi di farvi lasciare SEMPRE una copia cartacea del contratto con le indicazioni dei prezzi e verificare poi con il sistema gratuito di confronto delle tariffe di energia elettrica o il confronto delle tariffe del gas su SosTariffe.

Commenti Facebook: