Lockdown in Italia dal 2 novembre: notizia fake sui social?

Dall'inizio di questa settimana sono entrate in vigore le disposizione dell'ultimo DPCM firmato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, domenica scorsa. Il provvedimento ha applicato una lunga serie di restrizioni costringendo diverse attività alla chiusura o a sottostare a forti limitazioni di orario. In rete, in queste ore, è iniziata a circolare la notizia di un possibile lockdown nazionale a partire dal prossimo 2 novembre 2020. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla questione.

Lockdown in Italia dal 2 novembre: notizia fake sui social?

L’ultimo DPCM voluto dal Governo ha applicato nuove restrizioni con l’obiettivo di limitare, il più possibile la crescita dei contagi. La situazione epidemiologica continua ad essere molto difficile ed all’orizzonte potrebbe esserci la necessità di ulteriori restrizioni per evitare un carico eccesivo sul sistema sanitario nazionale.

In queste ore, in rete e in particolare sui social, è iniziata a circolare la possibilità di un lockdown a partire dal 2 novembre. Tutto è partito da un intervento in diretta su Radio Globo. Nel corso di una diretta sull’emittente radiofonica, infatti, una ragazza, la cui identità non è nota, ha sostenuto di essere a conoscenza di informazioni relative ad un imminente lockdown su scala nazionale che potrebbe già essere deciso.

La trascrizione testuale dell’intervento di questa misteriosa ascoltatrice è stata riportata dal sito Bufale.net:

Io volevo semplicemente la cosa della chiusura, perché ho mio padre che lavora al Ministero della Sanità a Verano, in zona Verano. E mi ha confermato che due giorni che dal 2 novembre ci sarà una chiusura per quindici giorni. Lockdown totale per quindi giorni. E lo diranno appunto a fine mese, verso il 30. Già hanno delle proiezioni, già hanno tutto

Il lockdown dal 2 novembre è una fake news

Al momento, non c’è nessuna conferma in merito a quanto dichiarato da quest’ignota ascoltatrice di Radio Globo. Fonti ufficiali non hanno commentato la notizia e non ci sono conferme giornalistiche sulla questione. Al momento, quindi, il possibile lockdown dal 2 novembre va bollato come fake news. Non ci sono informazioni sull’identità della ragazza e non c’è, quindi, alcun modo di ottenere una conferma in merito alla veridicità delle indiscrezioni che la stessa avrebbe rivelato in anteprima.

L’ipotesi più plausibile è quella di uno scherzo (di pessimo gusto) o comunque di una bufala creata ad arte per incrementare l’eco mediatico della situazione. Ricordiamo che in questi giorni si sono registrate diverse manifestazioni di protesta, in molti casi non autorizzate. Alcune manifestazioni sono sfociate in episodi di violenza, come avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Napoli e nei giorni seguenti a Roma e Milano, ed anche saccheggio, come ad esempio è successo a Torino.

Ulteriori restrizioni in arrivo?

Le dichiarazioni della misteriosa ascoltatrice di Radio Globo vanno bollate come fake news. L’assenza di conferme dirette e indirette non consente, infatti, di poter considerare in modo diverso queste indiscrezioni. Il lockdown dal 2 novembre (con annuncio a fine ottobre) non è, per ora, nei piani del Governo che continua a monitorare l’andamento dei contagi e valutare eventualmente le possibili nuove misure da mettere in campo.

Un nuovo lockdown è possibile anche se molto difficilmente sarà su base nazionale. Il Governo, in accordo con le singole regioni, potrebbe prendere delle misure mirate al contenimento dei contagi. La situazione resta comunque molto delicata. Le manifestazioni e le proteste di questi giorni, infatti, confermano qualsiasi provvedimento restrittivo potrebbe generare nuovi episodi di violenza. Anche per questo motivo, il Governo, molto probabilmente, valuterà con la massima attenzione qualsiasi azione testa ad inasprire ulteriormente le misure per il contenimento dei contagi.

Nel corso dei prossimi giorni arriveranno, sicuramente, nuove informazioni e aggiornamenti sulla situazione. Le misure restrittive stabilite dal nuovo DPCM inizieranno ad avere effetto solo nelle prossime settimane. E’ probabile, quindi, che una nuova stretta con l’obiettivo di limitare la diffusione dei contagi non è imminente. In ogni caso, è necessario attendere i prossimi sviluppi per saperne di più.

Ricordiamo, infine, che, per evitare fake news, è fondamentale attenersi alle fonti ufficiali ed evitare di dare credito a quanto si legge sui social o, come avvenuto per le dichiarazioni rilasciate dalla misteriosa ragazza a Radio Globo, da soggetti non identificati.

Commenti Facebook: